SHININIG e DOCTOR SLEEP – Stephen King

Questa sera su Italia 1 trasmetteranno “Shining” in una versione inedita, con ben 25 minuti in più! Invece al cinema è in programmazione “Doctor Sleep” il proseguo di Shining.

 

Quale migliore occasione per tirare in ballo il buon Stephen King visto che i due romanzi sono stati scritti da lui?

Shining (The Shining) è un romanzo horror. Edito nel 1977, rappresenta una delle tappe più importanti compiute dallo scrittore nell’allontanamento dal thriller-fantastico e nell’avvicinamento all’horror, che raggiungerà con opere come Christine-La macchina infernale e It. Stanley Kubrick nel 1980 girò il film omonimo, interpretato da Jack Nicholson, con alcune differenze nella trama. Il romanzo fu anche riadattato per una miniserie tv nel 1997, realizzata con la supervisione dello stesso King.

La storia doveva essere originariamente ambientata in un parco divertimenti, ma, durante una vacanza, King e la moglie Tabitha soggiornarono allo Stanley Hotel ad Estes Park (Colorado), mentre i dipendenti si preparavano alla chiusura invernale. L’hotel Stanley fu usato per la miniserie TV della ABC. King ha anche ammesso di aver basato la figura di Jack Torrance su se stesso.

Il titolo è stato preso da una canzone di John Lennon, Instant Karma!. Nella canzone si dice “We all shine on”. King voleva chiamare il libro The Shine, ma lo cambiò quando scoprì che “Shine” era usato anche come termine denigratorio per la gente di colore. Shining è uno dei testi che più hanno ispirato Kubrick nelle sue opere. Nel 2013 è uscito il seguito del romanzo, intitolato Doctor Sleep, che narra di un Danny ormai adulto ancora alle prese con le visioni soprannaturali dovute alla sua “luccicanza”.

 

QUARTA DI COPERTINA

L’Overlook, uno strano e imponente albergo che domina le alte montagne del Colorado, è stato teatro di numerosi delitti e suicidi e sembra aver assorbito forze maligne che vanno al di là di ogni comprensione umana e si manifestano soprattutto d’inverno, quando l’albergo chiude e resta isolato per la neve. Uno scrittore fallito, Jack Torrance, con la moglie Wendy e il figlio Danny di cinque anni, accetta di fare il guardiano invernale all’Overlook, ed è allora che le forze del male si scatenano con rinnovato impeto: la famiglia si trova avvolta ben presto in un’atmosfera sinistra. Dinanzi a Danny – che è dotato di un potere extrasensoriale, lo “shine” – si materializzano gli orribili fatti accaduti nelle stanze dell’albergo, ma se il bambino si oppone con forza a insidie e presenze, il padre ne rimane vittima.

 

STORIA EDITORIALE

Il romanzo ha venduto nella prima edizione rilegata 47 mila copie, mentre nella prima edizione economica ha superato i quattro milioni di copie vendute. In Italia la prima edizione del 1978, ormai rarissima, apparve con il titolo Una splendida festa di morte. Esiste una versione del libro con quattro “pagine fantasma” alla fine del romanzo: entrambe le parti (intitolate rispettivamente Before the play e After the play) sono state pubblicate nella versione Deluxe della Cemetery Dance Publications a metà del 2017.

 

CITAZIONI E RIFERIMENTI

  • Nel film Ho sposato un’aliena l’attrice Kim Basinger, che interpreta un’extraterrestre che tra gli altri ha anche il potere di leggere tutto il contenuto di un libro prendendolo soltanto in mano, prende il libro da uno scaffale e, dopo aver provato un brivido, lo posa immediatamente.
  • Nell’episodio Three Kings, de I Griffin (episodio dedicato a Stephen King) Peter afferma che voleva fare una parodia di Shining, ma l’idea di Stewie che brandisce un’ascia gli sembrava assurda.
  • In un special di halloween dei Simpson è dedicato un corto a Shining con Homer ad interpretare Jack Torrance, Marge nel ruolo di Wendy e Bart il piccolo Danny
  • Nel tredicesimo episodio della terza stagione di Friends, i protagonisti Joey e Rachel sono alle prese con la lettura del libro.
  • Nel film Ready Player One, i ragazzi devono svolgere un gioco dove bisogna superare una prova rivivendo il film di Shining.
  • Nel film It – Capitolo due, tra le paure di Beverly che le appaiono in bagno c’è Jack che dice la frase “Sono il lupo cattivo!”

STAY CURIOUS!

fantascienza inganno imperfetto thriller andrea bindella combatti o muori edizioni open gratis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...