MERCHANDISING

MERCHANDISING

Dovevo ricomprare una tazza e il tappetino per il mouse (la superficie del tavolo su cui lavoro è di cristallo) così ho cercato on-line un sito per la personalizzazione di alcuni oggetti e questo è il risultato!

Se sei interessato visita il mio sito a questo LINK!
https://andreabindella.com/merchandising/

STAY CURIOUS!

LE 13 COSE CHE FA BENE CHI AMA LEGGERE

andrea bindella terra 2486 anima sintetica nuovo nemico compagno ideail inganno imperfetto

Gli amanti dei libri non sanno solo “leggere” ma possiedono anche una serie di talenti e capacità particolari che riescono a usare meglio di tutti gli altri.

 

1 – Seguire due (o cinque) trame alla volta
Alcuni lettori procedono con un libro alla volta, invece altri riescono a leggere due o tre libri contemporaneamente senza confondersi con le varie trame.

2 – Applicare la letteratura alla vita
Chi legge ha l’abilità di vedere come la lettura rifletta la realtà e viceversa. La lettura infatti aiuta a comprendere meglio il mondo reale. La narrativa ci rende più empatici.

3 – Trovare soluzioni creative per conservare i libri
Le librerie si riempiono velocemente e allora bisogna essere creativi. È difficile riuscire a conservare un numero infinito di romanzi in uno spazio ben definito e così va a finire che alcuni stipano i libri sotto il letto, nel forno che non si usa mai o dietro ai libri già presenti nella libreria.

4 – Fare tardi tutte le sere
Quando un romanzo è davvero bello si continua a leggere per ore e ore senza bere, mangiare e dormire. Ci si scorda anche della vita sociale pur di vedere come finisce quella storia.

5 – Notare tutte le differenze tra libro e film
Ci possiamo scordare i compleanni, il proprio numero di telefono o dove abbiamo messo le chiavi della macchina ma davanti a un adattamento cinematografico del nostro libro preferito ci accorgiamo subito di tutte le differenze: scene, personaggi, battute, dialoghi ecc. e spesso non la prendiamo bene.

6 – Leggere
Saper leggere è un’abilità che solo pochi hanno e capire quello che si è letto è davvero un’arte.

7 – Camminare e leggere
I più esperti hanno imparato a camminare mentre leggono. È come per la gente normale quando parlano mentre camminano. Se volete provarci ricordatevi di guardare a destra e a sinistra prima di attraversare la strada.

8 – Mantenere integro un libro amato grazie alla sola forza di volontà
A volte capita di trovare libri maltrattati da qualche sconsiderato ma un vero amante della lettura sa utilizzare il nastro adesivo pur di conservare integra ogni pagina di un buon romanzo.

9 – Concentrarsi nella lettura ovunque ci si trovi
I veri amanti dei libri riescono a estraniarsi dal mondo ovunque si trovino pur di leggere l’amato romanzo del momento.

10 – Scrivere
Non tutti gli amanti dei libri vogliono diventare scrittori però se si tratta di un blog, di un SMS o di una storia, chi legge molto sa scrivere meglio di chi non lo fa.

11 – Trovare il posto perfetto per leggere
I lettori hanno un sesto senso nella ricerca di bar, parchi o panchine per poter leggere comodamente.

12 – Innamorarsi follemente dei personaggi dei romanzi
Le infatuazioni letterarie sono inebrianti perché il lettore ha il controllo totale sull’immaginazione di quello che sembra essere l’appuntamento dei suoi sogni, come si vestono i personaggi di cui si invaghisce, che profumi mettono, e così via.

13 – Tenere i libri in equilibrio in posizioni strane
Non sempre abbiamo il tempo per leggere seduti comodamente così ci mettiamo a fare i “giocolieri” pur di leggere mentre cuciniamo, mangiamo o facciamo attività fisica.

Al di là dell’ironia che avrete colto in quello che avete appena letto, resta il fatto che leggere può davvero aiutarci a sviluppare nuove abilità o mostrarci nuovi, interessanti, punti di vista.

BERSERKR, L’URBAN FANTASY DI ALESSIO DEL DEBBIO

Berserkrc Alessio Del Debbio fantasy andrea bindella un nuovo nemico

Divertente, ricco d’azione, non mancano note di umorismo e spunti di riflessione interessanti.

 

[…«Urla, se vuoi. Nessuno verrà in tuo aiuto», disse la donna, avvicinandosi. «Se anche qualcuno passasse, vedrebbe soltanto una ragazza dedicare una canzone d’amore al suo innamorato. È facile confondere i sensi, sai? Perché è questo che la gente vuole, questo ciò che cerca: riempirsi la bocca col lieto fine, credere che la vita abbia un senso e sia solo l’amore. Tutte stronzate.» Scansò la ragazza e diede un calcio al corpo di Hansel, gettandolo nel canale. Subito le creature vi si avventarono, tingendo l’acqua di bagliori vermigli…]

QUARTA DI COPERTINA
Berlino, inizio del terzo millennio. La Guerra Calda è finita, gli Accordi dell’89 sono stati firmati e la città è stata divisa in sette zone, ciascuna assegnata a una delle antiche stirpi. All’interno della ringbahn vivono gli uomini, protetti dalla Divisione, incaricata di mantenere la pace e impedire sconfinamenti e scontri tra le stirpi.
Misteriosi omicidi, provocati da sconosciute creature sovrannaturali, iniziano però a verificarsi in tutta la città, rischiando di frantumare il delicato equilibrio raggiunto. La Divisione incarica Ulrik Von Schreiber di indagare, aiutato dal pavido collega Fabian, ben sapendo quanto abbia a cuore il mantenimento della pace. Ma Ulrik non è soltanto un cacciatore, incarna lo Spirito Protettore della Città, l’Orso di Berlino, che non attende altro che liberare la propria furia.

L’AUTORE
Alessio Del Debbio, viareggino e laureato in Lettere Moderne, è appassionato di scrittura e letteratura, in particolare di genere fantastico e mitologico. Ha frequentato i laboratori di scrittura dello scrittore e giornalista Mirko Tondi, a Viareggio.
Attualmente è presidente dell’Associazione Culturale “Nati per scrivere”, con sede a Camaiore (LU), che sostiene e promuove gli scrittori locali. Dall’estate 2015 organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani. Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori emergenti di letteratura fantastica italiana e scrive articoli e recensioni di romanzi fantasy contemporanei per il portale di letteratura fantastica “Lande incantate”.

FAVOLA DI NEW YORK, IL FANTASY DI VICTOR LAVALLE

Favola New York Victor LaValle fantasy andrea bindella un nuovo nemico

Un romanzo in cui una modernissima New York si sospende per lasciare spazio al mito e alla leggenda.

 

Victor LaValle è l’autore vincitore dello Shirley Jackson Award 2016 per il piccolo gioiello “La ballata di Black Tom”, una novella fantasy/horror pubblicata nel 2016 che rivisita “L’orrore a Red Hook” di H.P. Lovecraft, immergendolo nella realtà degli afroamericani della New York degli anni Venti.

QUARTA DI COPERTINA
Il piccolo Apollo, figlio della New York di oggi, cresce con la madre, giovane single di origini ugandesi. Il padre, che è sparito nel nulla, gli ha lasciato solo una scatola di libri e uno strano incubo ricorrente. Da grande, Apollo diventa un commerciante di libri antichi e si innamora della bibliotecaria Emma, insieme alla quale ha presto un figlio. Ma il nuovo arrivato incrina l’idillio della coppia: lui rivive l’abbandono del padre e, alle prese con i propri fantasmi, fatica a comprendere che in lei qualcosa è cambiato. Emma si comporta in modo strano, è sempre più distante e insofferente fino a quando, un giorno, compie un gesto indicibile. Quanto possono essere oscuri i segreti delle persone che più amiamo? Inizia così l’avventura di Apollo alla ricerca della verità su quell’atto terribile: un viaggio che lo porterà su un’isola misteriosa nel cuore della metropoli dove accadono cose al di là di ogni immaginazione e dove la vita quotidiana in una modernissima New York si sospende per lasciare spazio al mito e alla leggenda.

L’AUTORE
Victor LaValle è uno scrittore statunitense specializzato in narrativa fantasy e di fantascienza.
Nato il 3 febbraio 1972 a New York e cresciuto nei quartieri di Flushing e Rosedale, si è laureato in inglese alla Cornell University, specializzandosi in scrittura creativa alla Columbia University.
Dopo l’esordio nel 1999 con la raccolta di racconti Slapboxing with Jesus: Stories, ha pubblicato 5 romanzi e una graphic novel spaziando dal fantasy alla fantascienza, passando per l’horror.
Tra i numerosi riconoscimenti letterari ottenuti si segnalano un Premio World Fantasy e un Premio Locus entrambi ottenuti nel 2018 per Favola di New York.
Insegnante presso la Columbia University, vive e lavora con moglie e figli a Washington Heights.

INSTAGRAM SALVA LE LIBRERIE INDIPENDENTI

Books Are Magic librerie andrea bindella fantasy fantascienza thriller

Instagram grazie alle fotografie è il luogo ideale per condividere la passione per i libri per questo ne hanno beneficiato le librerie indipendenti.

 

Tra eBook e Amazon si è spesso temuto che potesse arrivare una forte crisi per il mondo delle librerie, invece hanno saputo sfruttare la tecnologia per trarne dei vantaggi. Instagram infatti ha portato un buon beneficio al mondo del libro cartaceo ridando linfa al mercato delle librerie indipendenti di tutto il mondo.

Sono nove anni che abitualmente condividiamo su Instagram i diversi aspetti delle nostre vite sotto forma di fotografie. Negli altri social siamo più sbrigativi ma qui ci ritroviamo a scattare decine di foto prima di scegliere quella giusta da postare. Per non parlare dei filtri da applicare, della giusta luce o della migliore angolazione.
In questo “strano” nuovo mondo il LIBRO ha trovato un luogo ideale dove poter apparire in tutti i suoi profili migliori. Ci sono moltissimi hashtag dedicati soltanto a lui e che vantano milioni di scatti provenienti da tutto il mondo.

Non si sa di preciso cosa porti i lettori a scattare tutte queste foto, forse la bellezza delle copertine, forse l’immaginario che ogni libro racchiude in sé o forse perché c’è finalmente un’APP facile da usare e adatta a condividere con “facilità” questa nostra passione per i libri.

Chi ne ha beneficiato sono state proprio le librerie indipendenti, che nel mondo occidentale sono in aumento e spesso vengono preferite dai lettori rispetto a quelle grandi. In Italia sebbene il mercato del libro tenda ad arrancare rispetto agli altri paesi europei, i dati Istat del 2018 mettono in luce come i lettori si affidino sempre di più a piccole librerie indipendenti, dove è più facile instaurare un rapporto di fiducia con i librai e ritrovare una dimensione più intima e personale della lettura. Soprattutto nelle grandi città le piccole librerie hanno cominciato a creare angoli suggestivi, atmosfere e ambienti fotografabili che attirano giovani lettori.

La libreria “Books Are Magic” a New York è una delle mete preferite degli amanti dei libri perché mette a disposizione un bellissimo Instagram Wall. È arrivata così ad avere 94.000 followers, un numero molto alto per una libreria indipendente. Books Are Magic è diventato un vero e proprio lifestyle brand per lettori, una vera e propria community di booklover. Dunque Instagram ha contribuito a togliere i libri dagli scaffali polverosi e dalla percezione scolastica che molti hanno.

MEZZO SANGUE, IL SECONDO VOLUME DELLA SERIE GLI ORCHI-DEI

mezzo sangue orchi dei fantasy andrea bindella un nuovo nemico vampiri inganno imperfetto

Hubert e Gatignol tornano in libreria con il secondo volume della serie Gli Orchi-Dei intitolato “Mezzo Sangue”. Una nuova grottesca vicenda narrata con uno stile inconfondibile e originale.

 

«Non era più il figlio di nessuno. Aveva finalmente reciso qualsiasi forma di collegamento con il passato per rinascere, ormai senza più legami, grazie alla forza della propria volontà».

Nel primo volume intitolato “Piccolo” avevamo trovato la drammatica storia di un erede al trono reietto, ambientata in un mondo in cui giganti e uomini non convivono serenamente e le stirpi reali dei giganti mangiano carne umana, trattando gli uomini come servi. In questo secondo volume invece troviamo la vicenda di un plebeo che vuole a tutti i costi diventare nobile. Verranno mostrati due punti di vista diversi della medesima storia, dove il lieto fine non è contemplato.

QUARTA DI COPERTINA
Yori è il figlio illegittimo di una popolana e un nobile, ambizioso e seducente ascende tra i ranghi della servitù degli Orchi-Dei fino a diventare un potentissimo ciambellano. In un regno gotico in cui spietati giganti governano arbitrariamente, è l’ingegno a fare la differenza fra la vita e la morte e gli sprovveduti sono destinati a soccombere per i soprusi dei potenti. Yori, avido ed egoista, scoprirà che l’ambizione è un’arma a doppio taglio e anche la sete di potere miete vittime, conducendo alla pazzia e trasformando l’indole e l’aspetto.

GLI AUTORI
Bertrand Gatignol, nato il 25 agosto 1977, è un disegnatore di personaggi e un fumettista francese. Dopo la laurea, Bertrand Gatignol è entrato nel seminario Met di Penninghen prima di entrare in ESAG, dove ha ricevuto una formazione che lo ha destinato a diventare direttore artistico. Ha provato la pittura opaca per il pilot del film Renaissance, poi officiato come direttore artistico per la clip The Clash of NTM, prima di spostarsi verso l’animazione. Ha co-creato la serie TV Paghai con Moonscoop. Disegna i personaggi di molte serie di animazione, comprese quelle di Skyland, Iron Man e Il piccolo principe. Nel frattempo, mette in produzione la sua serie: Mikido. È anche illustratore di riviste come The Source e Twill.
Hubert è uno sceneggiatore di fumetti e colorista francese, nato nel 1971 a Saint-Renan. Nonostante la sua laurea ottenuta alla scuola di Belle Arti di Angers e nonostante una formazione da disegnatore, abbandona presto le arti plastiche per dedicarsi al fumetto. Dapprima si cimenta come colorista, contribuendo ai lavori di diversi fumettisti tra cui Yoann e Omond, Corbeyran, Malka e Gillon, svoltando in un secondo momento verso la carriera di sceneggiatore, a partire dal 2002, con la pubblicazione di Legs de l’alchimiste. A partire dal 2006, con l’opera in più capitoli Miss Pas Touche, disegnata dai Kerascoët e pubblicata da Dargaud, viene conosciuto da un pubblico più ampio. Nel 2015 scrive Bellezza, pubblicato inizialmente in Francia in tre tomi e in un’edizione unitaria in bicromia dalle edizioni Dupuis. Nel 2018, in coppia con Bertrand Gatignol, crea la fortunata serie Gli Orchi-Dei.

UN GIOCO DI FANTASMI, DI JOHN CONNOLLY

gioco fantasmi connolly thriller un nuovo nemico fantasy andrea bindella

Una storia torva e indecifrabile, in cui ogni certezza sembra vacillare. Ecco l’ennessima indagine dell’agente speciale C. Parker.

 

…Faceva freddo, ma l’aria non era limpida. Una sottile foschia aleggiava appena sopra le strade, avvolgendo i lampioni in aloni simili alle aureole dei santi e trasformando i profili dei palazzi in un paesaggio onirico…
…Charlie Parker risaliva Exchange Street a testa bassa nel freddo rigido della sera, avanzando come un caprone tra i mucchi di neve sul marciapiede…

QUARTA DI COPERTINA
Mentre era sulle tracce di un pericoloso gangster del Rhode Island, il detective privato Jaycob Eklund sembra essere scomparso nel nulla. Edgar Ross, agente speciale dell’FBI, affida a Charlie ‘Bird’ Parker il difficile incarico di rintracciarlo. Ross ha le sue ragioni per voler trovare Eklund: quest’ultimo, infatti, stava indagando in modo quasi ossessivo su una serie di misteriosi omicidi e sparizioni, riconducibili a un gruppo noto come la Confraternita. La particolarità delle indagini di Eklund è che ciascuno dei casi seguiti sembrerebbe collegato a storie di fantasmi. Nel corso delle sue ricerche Parker si ritrova risucchiato nel pericoloso mondo della malavita, un mondo in cui la vecchia e spietata Madre governa un impero criminale in cui innocenti e colpevoli sono pedine in un terrificante gioco di fantasmi. In una frenetica corsa contro il tempo, spetta a Charlie Parker scoprire cosa si nasconda dietro quelle misteriose e inquietanti uccisioni.

L’AUTORE
John Connolly (Dublino, 31 maggio 1968) è uno scrittore irlandese di thriller.
Ha lavorato come giornalista per The Irish Times e ha iniziato una fortunata carriera di scrittore narrando le indagini di un ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker, detto Bird come il famoso sassofonista jazz, che si trasferisce come investigatore privato nello stato del Maine in cui gran parte delle avventure viene ambientata. Le storie sono collegate fra loro, è quindi consigliabile leggerle seguendo l’ordine di pubblicazione. Fuori dal ciclo di Charlie Parker ha pubblicato Nocturnes, un’antologia di racconti, una storia ambientata nel Maine in cui Charlie Parker fa solo una rapida apparizione (Bad men) e Il libro delle cose perdute (The book of lost things), una sorta di racconto psicologico in cui affronta l’universo della psiche infantile e dei traumi legati alle tragedie familiari che colpiscono il protagonista.

NEL BUIO DELLA NOTTE DI MICOL FUSCA

micol fusca edizioni open buio notte andrea bindella romanzo fantasy thriller fantascienza

«I bambini sanno quello che gli adulti hanno dimenticato: al centro dell’oscurità più profonda c’è qualcosa che li attende» da “Notte – Capitolo I”.

 

Micol è un’autrice di Edizioni Open e nel LibriCK “Nel Buio della Notte”, una storia di mistero e mostri notturni, riesce a tenere il lettore incollato alla pagina in preda a curiosità e suspance. Con il suo stile fluido e grazie al buon ritmo che ha saputo imprimere nella storia il capitolo si legge tutto d’un fiato.

Al link sottostante è possibile visualizzare gratuitamente il Primo Capitolo della sua opera e se vi piace lo stile e il genere, ci sono già altri cinque capitoli ad aspettarvi.

Buona Lettura e buona divertimento!

https://edizioniopen.it/il-mostro-sotto-il-letto-notte/

La Dimora dei sussurri – Le cronache di Zorex e Drok

dimora sussurri andrea bindella fantasy un nuovo nemico thriller

Ho “conosciuto” virtualmente Giuseppe Gallato su EdizioniOpen.it leggendo una delle sue fantastiche storie fantasy.

 

Mi piace molto il suo modo di scrivere e le storie sono belle e interessanti. Se volete conoscerlo, a questo LINK, è possibile leggere GRATIS le sue storie fantastiche.

Il Primo Capitolo delle Cronache di Zorex e Drok si intitola La Dimora dei Sussurri.

Alla fine di ogni capitolo, l’autore, da la possibilità al lettore di decidere come proseguire la storia; una sorta di interattività con lo scrittore. Una cosa molto bella e divertente!

Buona lettura!!

L’OMBRA DEL TORTURATORE E GENE WOLFE

gene wolfe ombra torturatore andrea bindella un nuovo nemico fantasy

Gene Wolfe è venuto a mancare il 14 aprile 2019, aveva quasi 88 anni ed è stato uno scrittore statunitense di romanzi di fantascienza e fantasy.

 

Wolfe ha ricevuto numerosi riconoscimenti, inclusi due premi Nebula, ed è noto sia per il suo stile di scrittura particolarmente denso e ricco di rimandi e allusioni, sia per l’influenza che ha avuto sulla sua opera la religione cattolica.
Dopo aver combattuto nella guerra di Corea, Wolfe divenne un ingegnere e successivamente uno scrittore a tempo pieno. Tra i vari progetti che realizzò come ingegnere vi è anche il contributo allo sviluppo della macchina usata per produrre le patatine Pringles.

L’opera più conosciuta e apprezzata di Wolfe è il ciclo de “Il Libro del Nuovo Sole”. Ambientata in un desolato e lontano futuro (ispirato a quello del ciclo della Terra Morente di Jack Vance come lo stesso Wolfe ha riconosciuto), la storia narra le vicende di Severian, un aspirante torturatore, esiliato dalla sua stessa casta per aver mostrato compassione verso un condannato.
Spesso Wolfe utilizza nei suoi romanzi un particolare meccanismo narrativo, quello di porre a raccontare la storia un narratore inaffidabile. Secondo lo scrittore, infatti, le persone reali non sono mai completamente affidabili e oggettive.

Anche se non è stato uno degli autori più venduti, Wolfe è molto amato dai critici e dagli appassionati e considerato come uno dei migliori scrittori di fantascienza contemporanea. Michael Swanwick, premiato autore di fantascienza, ha espresso chiaramente tale opinione secondo cui Wolfe può vantare una brillantezza di prosa, una chiarezza di pensiero e una profondità di significati insuperati tra i suoi contemporanei. Anche altri artisti come Neil Gaiman o Patrick O’Leary hanno visto Wolfe come una fonte di ispirazione.

PREMI LETTERARI
Nel 1974 vince il Premio Locus e il Premio Nebula con il romanzo breve “La morte del dottor Isola”
Nel 1982 vince il Premio Locus per il miglior romanzo fantasy con “L’artiglio del Conciliatore”
Nel 1983 vince il Premio Locus per il miglior romanzo fantasy con “La spada del Littore”
Nel 1987 vince il Premio Locus per il miglior romanzo fantasy con “Il soldato della nebbia”

OPERE TRADOTTE
La quinta testa di Cerbero, 1972
La morte del dottor Isola, 1973
Riposa in pace, 1975

Il libro del Nuovo Sole:
L’ombra del torturatore, 1980
L’artiglio del conciliatore, 1981
La spada del littore, 1982
La cittadella dell’autarca, 1983
Urth del Nuovo Sole, 1987

Serie Soldier:
Il soldato della nebbia, 1986
Il soldato dell’Arete, 1989
Soldier of Sidon, 2006

Dimensioni proibite, 1988
Il castello fantasma, 1990
Ricordo ancora quando mi regalò il libro mio madre. Per me era un autore sconosciuto ma lei, invece, ci aveva visto lungo. 😉
Grazie mamma! ❤️