«Lire, c’est voyager, voyager, c’est lire» nelle autostrade francesi

In Francia è stata rilanciata l’iniziativa di promozione della lettura accostata al viaggio, entrambi fonte di evasione e di arricchimento personale.

L’iniziativa, «Lire, c’est voyager, voyager, c’est lire», prende il nome da una citazione di Victor Hugo ed è sponsorizzata dall’autore Erik Orsenna che non a caso si definisce «scrittore viaggiatore per eccellenza».
Lo scopo, oltre a promuovere la lettura, cerca anche di sensibilizzare a una guida più prudente, a rischio soprattutto quando si affrontano lunghi viaggi. Per combattere la sonnolenza al volante sono quindi state create delle aree di sosta dedicate alla lettura lungo il percorso autostradale in cui si invitano gli automobilisti a prolungare la loro pausa per una piacevole fuga letteraria.

In ognuna delle 27 aree di lettura create lungo la rete autostradale, saranno disponibili titoli diversi tra cui scegliere per un totale di 40 mila libri a disposizione. A operare la selezione delle opere, sia classici sia titoli di letteratura contemporanea, è stato lo stesso Erik Orsenna, peraltro membro dell’Académie française.
Questi alcuni dei titoli che i viaggiatori potranno (ri)scoprire durante le loro soste: dai più datati Gita al faro di Virginia Woolf, o Il rapimento di Lol V. Stein di Marguerite Duras, a titoli più recenti già entrati nel canone come Pastorale americana di Philip Roth, fino ai contemporanei come Dans les forêts de Sibérie di Sylvain Tesson o Seta di Alessandro Baricco.
L’iniziativa tiene conto anche delle famiglie e infatti ci saranno dei libri per bambini e ragazzi: romanzi, fumetti, albi e libri illustrati.
Non solo: in quattro aree selezionate, a orari stabiliti saranno presenti persino dei volontari dell’associazione Lire et faire lire che leggeranno ad alta voce per i più piccoli, per trasmettere il piacere della lettura ma anche per permettere ai genitori una pausa.

Ti piacerebbe VIVERE in PRIMA PERSONA un thriller rocambolesco?

ritorno dall inferno gioca gratis storia interattiva thriller andrea bindella

Ti piacerebbe VIVERE in PRIMA PERSONA un thriller rocambolesco?

 

Allora ti sfido a giocare con questa storia interattiva decidendo tu quale strada intraprendere ma fai molta attenzione, devi riuscire a finire il Primo Capitolo senza morire.

Per giocare è facilissimo:
1 – clicca su questo LINK https://www.facebook.com/messages/t/1605906636096981
2 – appena di verrà chiesta la parola segreta digita STORIA e premi invio
3 – non ti resta che giocare

Buona Lettura e Buon Divertimento!!!

Se ti serve aiuto o qualche spiegazione puoi contattarmi in privato o scrivere qui sotto un commento.

STAY CURIOUS!

IL QUARTO SACRAMENTO, LEGGILO GRATIS SU EDIZIONIOPEN.IT

inganno-imperfetto-il quarto sacramento-fantascienza-fantasy-thriller-andrea-bindella-edizioni-open-romanzo-gratis

Ho pubblicato l’OTTAVO CAPITOLO del romanzo “Inganno Imperfetto” intitolato “IL QUARTO SACRAMENTO”.

Lo puoi leggere gratuitamente – per un periodo di tempo limitato – sul portale digitale di EdizioniOpen.it al seguente link: https://edizioniopen.it/il-quarto-sacramento/

Se ti sei perso i capitoli precedenti, puoi leggere a questo link: https://edizioniopen.it/capitolo-i-combatti-o-muori/ il PRIMO CAPITOLO intitolato “COMBATTI O MUORI”.

Buona lettura!!!

https://edizioniopen.it/il-quarto-sacramento/

STAY CURIOUS!

RITORNO DALL’INFERNO, UNA STORIA INTERATTIVA

storia interattiva andrea bindella terra 2486 anima sintetica nuovo nemico compagno ideale inganno imperfetto

Oggi ho una bellissima sorpresa per te!

Conosci le storie interattive? Sono quei racconti dove con le tue decisioni puoi cambiare il corso degli eventi.

Cliccando sulla Chat di Messenger della mia Pagina Autore di Facebook e digitando la PAROLA SEGRETA “storia” (senza le virgolette) potrai subito iniziare a giocare con questa nuova avventura.

Che aspetti? Apri la Chat Messenger della mia pagina autore e scrivi STORIA!

Buon Divertimento!!!

P.S. La storia è in fase di test, se riscontri qualche problema scrivilo nei commenti di questo post.

STAY CURIOUS!

LIBRI A DOMICILIO GRAZIE A GLOVO

libri domicilio glovo mondadori feltrinelli andrea bindella fantascienza fantasy thriller

LIBRI A DOMICILIO GRAZIE AL NUOVO SERVIZIO DI BOOKDELIVERY OFFERTO DA GLOVO IN PARTNERSHIP CON FELTRINELLI E MONDADORI.

 

E’ possibile ricevere direttamente a casa i nostri libri preferiti grazie al nuovo servizio di bookdelivery. Il Gruppo Feltrinelli ha infatti stretto una collaborazione con una delle aziende di consegna più note: Glovo. Quindici minuti dopo l’invio della richiesta, il libro che abbiamo scelto sarà recapitato direttamente a casa nostra.

Glovo insieme a Deliveroo è il servizio di consegna a domicilio più importante d’Italia. Però Glovo non collabora esclusivamente con ristoranti e bar, ma anche con supermercati, negozi di abbigliamento, farmacie ecc. Si tratta di un everything delivery: l’acquirente ha a disposizione diversi negozi di varie categorie dai quali può effettuare un ordine tramite l’app. installata sul proprio smartphone e in circa trenta minuti effettuano la consegna dell’oggetto desiderato all’indirizzo richiesto. In questi ultimi tempi ci sono state numerose proteste circa le precarie condizioni lavorative degli addetti alle consegne, sia dal punto di vista della sicurezza sia dal punto di vista del salario. Il servizio è altamente richiesto soprattutto nelle grandi città come Roma e Milano.

BOOKDELIVERY: LIBRI A DOMICILIO
La selezione di negozi aumenta di giorno in giorno e ora arriva a comprendere due delle più grandi case editrici italiane: Mondadori e Feltrinelli. Mondadori è già presente da qualche tempo e aveva messo a disposizione degli appassionati di Glovo una piccola selezione di bestseller e longseller. Ora anche Feltrinelli ha dato il via libera al bookdelivery, che partirà in fase sperimentale solo nella città di Milano, coinvolgendo i negozi di Piazza Duomo e Piazza Piemonte. Aumentano le categorie di libri tra cui scegliere: ci sono le novità in classifica, ma anche fumetti, saggistica, libri di viaggio e di cucina, oltre che ai classici della letteratura per adulti e ragazzi.

STAY CURIOUS!

STORYTEL.COM PRESENTA “IL MONDO DI TOLKIEN”

il mondo di tolkien storytel fantasy andrea bindella un nuovo nemico vampiri

Il 25 luglio è iniziato il primo podcast italiano realizzato da Storytel e Mimaster Illustrazione dedicato allo scrittore che ha rivoluzionato la cultura contemporanea. Il direttore Emanuele Manco – di FantasyMagazine – tra le voci che raccontano Tolkien.

 

In uscita per Storytel Italia giovedì 25 luglio 2019 il primo podcast italiano dedicato a J.R.R. Tolkien, un documentario definitivo e imperdibile per tutti gli appassionati e amanti dello scrittore che ha rivoluzionato la cultura contemporanea con i suoi personaggi, luoghi e immaginazioni. Il Mondo di Tolkien è un’indagine monumentale alla scoperta dell’autore inglese attraverso le parole di scrittori, appassionati, studiosi: i massimi esperti al mondo e in Italia di Tolkien raccontano la storia, le sfumature e le notizie inedite del mondo della Terra di Mezzo. Un’uscita che anticipa il grande raduno che dal 7 all’11 agosto vedrà Birmingham festeggiare con un grande evento – la più grande celebrazione mai tenuta – i 50 anni della Tolkien Society nel mondo.

Da Alan Lee e John Howe, i due illustratori storici che da vent’anni lavorano e danno forma all’immaginario di Tolkien (dai libri ai film di Peter Jackson) a Tom Shippey, uno dei più importanti studiosi di Tolkien a livello mondiale; da Andrea Monda, Direttore dell’Osservatore romano, grande appassionato ed esperto della materia a Saverio Simonelli, filologo e scrittore; da Quirino Principe, curatore dell’edizione italiana del Signore degli Anelli a Luca Manini, traduttore di Tolkien; da Licia Troisi, amatissima scrittrice fantasy, a Wu Ming 4, scrittore membro del collettivo Wu Ming e autore di due saggi incentrati su Tolkien; da Roberto Arduini, presidente dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani a Patrick Curry, studioso che ha riletto in chiave ambientalista Il Signore degli Anelli, a Emanuele Manco, il direttore di FantasyMagazine.

Il podcast, in otto puntate, è realizzato da Storytel e da Mimaster Illustrazione. Gli autori sono Ivan Canu e Benedetta Lelli, che condurrà ogni episodio insieme a Giacomo Benelli.
Al seguente LINK troverai le puntate già pubblicate https://www.storytel.com/it/it/series/30405-Il-mondo-di-Tolkien
Storytel.com
Lanciata in Italia il 27 giugno 2018, Storytel è la prima piattaforma europea di audiolibri e podcast e vanta un catalogo di più di 60.000 titoli in inglese e circa 3000 in italiano, tra cui molte esclusive.

Mimaster Illustrazione
E’ una realtà formativa internazionale di eccellenza. Un luogo dedicato alla professione dell’illustratore nel mercato globale dell’editoria: dal picture book, ai magazine & quotidiani, ai new media, all’infografica e all’autoproduzione. Tra i docenti, illustratori internazionali e professionisti della filiera editoriale che condividono con la classe il loro processo creativo, l’esperienza e la conoscenza del mercato editoriale.
Articolo originale: fantasymagazine.it/30334/storytel-presenta-il-mondo-di-tolkien

RETROVISIONI, RACCONTI PER I NOSTALGICI DEGLI ANNI ’80

retrovisioni fantascienza andrea bindella terra 2486 anima sintetica inganno imperfetto

La casa editrice RetroEdicola Videoludica propone un’antologia di racconti di fantascienza ispirati ai videogiochi anni ottanta.

 

Il 1947 è stato l’anno in cui è stato progettato il primo gioco destinato a essere giocato su di un tubo catodico (CRT), ideato da Thomas T. Goldsmith Jr. e Estle Ray Mann. La richiesta all’ufficio brevetti statunitense venne depositata con il nome di Cathode-ray tube amusement device. Nonostante la data di registrazione riporti l’anno 1947, è del tutto probabile che il gioco sia stato ideato durante il 1946.
Il sistema utilizzava otto valvole termoelettroniche e rappresentava, ispirandosi agli schermi radar usati durante la seconda guerra mondiale, il lancio di un missile verso un bersaglio. In un periodo limitato di tempo il giocatore, ruotando delle manopole che permettevano di regolare la traiettoria e la velocità di un punto, avrebbe dovuto spostare quest’ultimo su di un aereo e premere un pulsante: nel caso le coordinate corrispondessero a quelle predeterminate, il tubo avrebbe simulato un’esplosione.

Gli anni ottanta
In questo periodo la cosiddetta età dell’oro raggiunse il culmine: con Defender nacquero gli sparatutto a scorrimento; Battlezone introdusse un mondo di gioco tridimensionale, benché in grafica vettoriale monocromatica. Pac-Man fu il primo videogioco a entrare nell’immaginario collettivo, nonché uno dei titoli più famosi di tutti i tempi; Pole Position, con la sua visuale rappresentava un grande passo in avanti nei simulatori di guida. Le avventure, nate con Colossal Cave Adventure, proseguono il loro corso con Zork e Mystery House. Comparve per la prima volta Mario, originariamente chiamato Jumpman.

“Retrovisioni. Racconti di gioco a otto bit” è una raccolta di racconti fantastici dedicati ai vecchi videogiochi degli anni ottanta.

QUARTA DI COPERTINA
In principio furono otto. L’età dell’oro del videogame contava soltanto otto bit di memoria per ricreare in video mondi astratti e fantastici. Ora il numero otto torna in Retrovisioni, otto storie uscite dal calderone creativo del Retroedicola Videoludica Club.

Selezionate l’icona che vi piace e tuffatevi nell’avventura!

“Bomb Larry”
Sulle ali di un videogame l’amore può attraversare lo spazio e il tempo?
“Illuminazione”
Gioco quindi sono, la rivelazione è sulla lama della mente.
“Game Over and Over”
Se Wargames fosse accaduto davvero… eccovi il seguito.
“Ninna nanna, pecore e asteroidi”
La tecnofavola della piccola Nadia nel regno delle iPersone. All’ombra delle micromec in un futuro di macchine lavoratrici che occupazione resterà all’uomo?
“Rosedent Hill 2”
Manicaretti e mutazioni in salsa onirica su un letto di ludica follia.
“Capitan Retrofuturo”
Un nuovo eroe si erge a difesa della passione per il retrogaming.
“Paradox’s revenge”
Scoprite una serata come tante al Retroedicola Videoludica Club.

“HACKER”, il VII Capitolo GRATIS de “Inganno Imperfetto”

inganno-imperfetto-hacker-fantascienza-fantasy-thriller-andrea-bindella-edizioni-open-romanzo-gratis

Pubblicato il Settimo Capitolo “HACKER” del mio nuovo romanzo “Inganno Imperfetto”

 

Lo puoi leggere sulla piattaforma digitale EDIZIONI OPEN al seguente LINK!

La lettura è gratuita ma per un periodo di tempo limitato quindi affrettati!

BUONA LETTURA

 

Se ti sei perso il Primo Capitolo lo puoi trovare QUI!

PROTEGGERE E SERVIRE, GRATIS IL SESTO CAPITOLO

Sulla piattaforma digitale Edizioni Open è disponibile il Sesto Capitolo “PROTEGGERE E SERVIRE” del romanzo GRATUITO “Inganno Imperfetto”.

 

Le visualizzazioni saranno limitate pertanto affrettatevi per non perdere quest’occasione.

https://edizioniopen.it/proteggere-e-servire/

Alcune recensioni:
«Hai acceso la mia curiosità. odio le storie banali, ma questo primo episodio è talmente criptico che non riesco a immaginare dove mi porterai»Dario
«E’ interessante, questo continuo cambio di ambientazione ha stuzzicato la mia curiosità»Micol
«Un primo episodio a dir poco fantastico… epico al punto giusto!»Giuseppe
«Semplicemente spiazzante. Ottime descrizioni ed è affascinante il cambio totale del registro narrativo. Sono davvero curioso del seguito»Antonino

https://edizioniopen.it/proteggere-e-servire/

Buona Lettura!

AMAZON COMPIE 25 ANNI. TUTTO INIZIÒ DAI LIBRI

Jeff Bezos amazon andrea bindella thriller fantasy fantascienza

Quest’anno Amazon compie 25 anni. Il colosso dell’ecommerce ha costruito il suo successo partendo dai libri.

Amazon.com, Inc. è un’azienda di commercio elettronico statunitense, con sede a Seattle nello stato di Washington; è la più grande Internet company al mondo. Time Magazine proclamò Bezos, il suo fondatore, Uomo dell’anno nel 1999, a riconoscimento del successo di Amazon nel rendere popolare il commercio elettronico.
È stata tra le prime grandi imprese a vendere merci su Internet e una delle aziende simbolo della bolla speculativa delle dot-com riguardante Internet alla fine degli anni novanta. Dopo che la bolla scoppiò, Amazon affrontò un certo scetticismo nei confronti del suo modello di business, ma nel 2003 raggiunse per la prima volta un utile d’esercizio. Amazon possiede anche Alexa Internet, A9.com, Internet Movie Database (IMDb), Twitch.tv, ComiXology e il The Washington Post.
Fondata con il nome di Cadabra.com da Jeff Bezos il 5 luglio 1994 e lanciata nel 1995, Amazon.com incominciò come libreria online, ma presto allargò la gamma dei prodotti venduti a DVD, CD musicali, software, videogiochi, prodotti elettronici, abbigliamento, mobilia, cibo, giocattoli e altro ancora.
Amazon ha creato poi altri siti in Canada, Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Spagna, Cina, Brasile, Messico, Giappone, Paesi Bassi e India e spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo.

L’azienda incominciò come libreria online, offrendo una vasta scelta di titoli, maggiore di qualsiasi altro grande negozio di libri o di ditta di vendita per corrispondenza. Bezos ribattezzò poi la sua azienda come Amazon dal nome del Rio delle Amazzoni. Bezos scelse di utilizzare il nome di questo fiume non per evocarne la lunghezza ma il suo bacino idrografico. L’azienda fu registrata nel 1994 nello stato USA di Washington, e cominciò le attività nel luglio 1995 spostandosi nell’anno successivo in Delaware. Entrò nel mercato azionario il 15 maggio 1997, sul NASDAQ con il simbolo AMZN con un prezzo iniziale di $18,00 per azione.
Il piano aziendale non pensava di fare profitto per i primi 4-5 anni e la società crebbe alla fine degli anni novanta più lentamente di molte altre “Internet company”; questa lenta crescita fece lamentare molti azionisti, ma quando la bolla delle dot-com scoppiò e molte aziende del settore fallirono, Amazon resistette e raggiunse il primo periodo di profitto nel quarto trimestre del 2002 seppur con risultato di soli 5 milioni di dollari, equivalente a un centesimo di dollaro per azione, con rendite di più di un miliardo di dollari ma fu un importante evento simbolico. Da allora è sempre rimasta in attivo con profitti netti di 35 milioni di dollari nel 2003, 588 milioni nel 2004 e 359 milioni nel 2005. I ricavi continuarono a crescere grazie alla diversificazione dell’offerta e la presenza su un mercato internazionale con 3,9 miliardi di dollari nel 2002, 5,3 nel 2003, 6,9 nel 2004 e 8,5 nel 2005. Il 21 novembre 2005, Amazon è entrata nell’indice S&P 500, sostituendo la vecchia AT&T dopo la fusione di questa con SBC Communications.
Il sito si espanse velocemente offrendo nuove sezioni per nuove linee di prodotti di svariate tipologie rendendo possibile ai clienti di recensire i prodotti dopo averli acquistati. Una parte delle vendite viene dagli affiliati al sito, detti “Associate”, ovvero venditori indipendenti che ricevono una commissione per indirizzare i clienti che poi acquisteranno dal sito di Amazon attraverso dei link sui loro siti. Alla fine del 2003, Amazon aveva quasi un milione di associates. Questi possono accedere al catalogo di Amazon direttamente dai loro siti usando il servizio XML Amazon Web Services (AWS). Amazon è stata la prima a usare questo sistema di referenti. L’idea è stata poi copiata da molti altri siti di commercio elettronico.

Kindle Direct Publishing è la piattaforma di self-publishing per ebook di proprietà di Amazon.com.
Dopo essersi registrato sul sito web l’utente può caricare la propria opera in uno dei formati supportati (DOC, DOCX, HTML, MOBI, RTF, TXT, PDF, KPF). Inizia così il processo di pubblicazione che prevede l’inserimento dei metadati che descrivono il libro (ad esempio il titolo e l’autore), la creazione della copertina attraverso l’editor presente sul sito, la conferma di essere in possesso di tutti i diritti di pubblicazione e, infine, l’impostazione dei prezzi. Dopo aver inserito tutte le informazioni obbligatorie l’utente termina il processo inviando l’ebook al circuito distributivo Kindle Store.