BERSERKR, L’URBAN FANTASY DI ALESSIO DEL DEBBIO

Berserkrc Alessio Del Debbio fantasy andrea bindella un nuovo nemico

Divertente, ricco d’azione, non mancano note di umorismo e spunti di riflessione interessanti.

 

[…«Urla, se vuoi. Nessuno verrà in tuo aiuto», disse la donna, avvicinandosi. «Se anche qualcuno passasse, vedrebbe soltanto una ragazza dedicare una canzone d’amore al suo innamorato. È facile confondere i sensi, sai? Perché è questo che la gente vuole, questo ciò che cerca: riempirsi la bocca col lieto fine, credere che la vita abbia un senso e sia solo l’amore. Tutte stronzate.» Scansò la ragazza e diede un calcio al corpo di Hansel, gettandolo nel canale. Subito le creature vi si avventarono, tingendo l’acqua di bagliori vermigli…]

QUARTA DI COPERTINA
Berlino, inizio del terzo millennio. La Guerra Calda è finita, gli Accordi dell’89 sono stati firmati e la città è stata divisa in sette zone, ciascuna assegnata a una delle antiche stirpi. All’interno della ringbahn vivono gli uomini, protetti dalla Divisione, incaricata di mantenere la pace e impedire sconfinamenti e scontri tra le stirpi.
Misteriosi omicidi, provocati da sconosciute creature sovrannaturali, iniziano però a verificarsi in tutta la città, rischiando di frantumare il delicato equilibrio raggiunto. La Divisione incarica Ulrik Von Schreiber di indagare, aiutato dal pavido collega Fabian, ben sapendo quanto abbia a cuore il mantenimento della pace. Ma Ulrik non è soltanto un cacciatore, incarna lo Spirito Protettore della Città, l’Orso di Berlino, che non attende altro che liberare la propria furia.

L’AUTORE
Alessio Del Debbio, viareggino e laureato in Lettere Moderne, è appassionato di scrittura e letteratura, in particolare di genere fantastico e mitologico. Ha frequentato i laboratori di scrittura dello scrittore e giornalista Mirko Tondi, a Viareggio.
Attualmente è presidente dell’Associazione Culturale “Nati per scrivere”, con sede a Camaiore (LU), che sostiene e promuove gli scrittori locali. Dall’estate 2015 organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani. Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori emergenti di letteratura fantastica italiana e scrive articoli e recensioni di romanzi fantasy contemporanei per il portale di letteratura fantastica “Lande incantate”.

AMAZON COMPIE 25 ANNI. TUTTO INIZIÒ DAI LIBRI

Jeff Bezos amazon andrea bindella thriller fantasy fantascienza

Quest’anno Amazon compie 25 anni. Il colosso dell’ecommerce ha costruito il suo successo partendo dai libri.

Amazon.com, Inc. è un’azienda di commercio elettronico statunitense, con sede a Seattle nello stato di Washington; è la più grande Internet company al mondo. Time Magazine proclamò Bezos, il suo fondatore, Uomo dell’anno nel 1999, a riconoscimento del successo di Amazon nel rendere popolare il commercio elettronico.
È stata tra le prime grandi imprese a vendere merci su Internet e una delle aziende simbolo della bolla speculativa delle dot-com riguardante Internet alla fine degli anni novanta. Dopo che la bolla scoppiò, Amazon affrontò un certo scetticismo nei confronti del suo modello di business, ma nel 2003 raggiunse per la prima volta un utile d’esercizio. Amazon possiede anche Alexa Internet, A9.com, Internet Movie Database (IMDb), Twitch.tv, ComiXology e il The Washington Post.
Fondata con il nome di Cadabra.com da Jeff Bezos il 5 luglio 1994 e lanciata nel 1995, Amazon.com incominciò come libreria online, ma presto allargò la gamma dei prodotti venduti a DVD, CD musicali, software, videogiochi, prodotti elettronici, abbigliamento, mobilia, cibo, giocattoli e altro ancora.
Amazon ha creato poi altri siti in Canada, Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Spagna, Cina, Brasile, Messico, Giappone, Paesi Bassi e India e spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo.

L’azienda incominciò come libreria online, offrendo una vasta scelta di titoli, maggiore di qualsiasi altro grande negozio di libri o di ditta di vendita per corrispondenza. Bezos ribattezzò poi la sua azienda come Amazon dal nome del Rio delle Amazzoni. Bezos scelse di utilizzare il nome di questo fiume non per evocarne la lunghezza ma il suo bacino idrografico. L’azienda fu registrata nel 1994 nello stato USA di Washington, e cominciò le attività nel luglio 1995 spostandosi nell’anno successivo in Delaware. Entrò nel mercato azionario il 15 maggio 1997, sul NASDAQ con il simbolo AMZN con un prezzo iniziale di $18,00 per azione.
Il piano aziendale non pensava di fare profitto per i primi 4-5 anni e la società crebbe alla fine degli anni novanta più lentamente di molte altre “Internet company”; questa lenta crescita fece lamentare molti azionisti, ma quando la bolla delle dot-com scoppiò e molte aziende del settore fallirono, Amazon resistette e raggiunse il primo periodo di profitto nel quarto trimestre del 2002 seppur con risultato di soli 5 milioni di dollari, equivalente a un centesimo di dollaro per azione, con rendite di più di un miliardo di dollari ma fu un importante evento simbolico. Da allora è sempre rimasta in attivo con profitti netti di 35 milioni di dollari nel 2003, 588 milioni nel 2004 e 359 milioni nel 2005. I ricavi continuarono a crescere grazie alla diversificazione dell’offerta e la presenza su un mercato internazionale con 3,9 miliardi di dollari nel 2002, 5,3 nel 2003, 6,9 nel 2004 e 8,5 nel 2005. Il 21 novembre 2005, Amazon è entrata nell’indice S&P 500, sostituendo la vecchia AT&T dopo la fusione di questa con SBC Communications.
Il sito si espanse velocemente offrendo nuove sezioni per nuove linee di prodotti di svariate tipologie rendendo possibile ai clienti di recensire i prodotti dopo averli acquistati. Una parte delle vendite viene dagli affiliati al sito, detti “Associate”, ovvero venditori indipendenti che ricevono una commissione per indirizzare i clienti che poi acquisteranno dal sito di Amazon attraverso dei link sui loro siti. Alla fine del 2003, Amazon aveva quasi un milione di associates. Questi possono accedere al catalogo di Amazon direttamente dai loro siti usando il servizio XML Amazon Web Services (AWS). Amazon è stata la prima a usare questo sistema di referenti. L’idea è stata poi copiata da molti altri siti di commercio elettronico.

Kindle Direct Publishing è la piattaforma di self-publishing per ebook di proprietà di Amazon.com.
Dopo essersi registrato sul sito web l’utente può caricare la propria opera in uno dei formati supportati (DOC, DOCX, HTML, MOBI, RTF, TXT, PDF, KPF). Inizia così il processo di pubblicazione che prevede l’inserimento dei metadati che descrivono il libro (ad esempio il titolo e l’autore), la creazione della copertina attraverso l’editor presente sul sito, la conferma di essere in possesso di tutti i diritti di pubblicazione e, infine, l’impostazione dei prezzi. Dopo aver inserito tutte le informazioni obbligatorie l’utente termina il processo inviando l’ebook al circuito distributivo Kindle Store.

NESTOR BURMA E LA BAMBOLA, UN THRILLER DI LÉO MALET

Nestor Burma e la bambola Leo Malet thriller gioco pericoloso andrea bindella un nuovo nemico inganno imperfetto

Nestor Burma torna in libreria, pronto a riconquistare i lettori con l’irriverenza e l’umanità che lo contraddistinguono, espresse al loro meglio in questa nuova avventura.

 

[…Charlot l’Eureka avrebbe fatto meglio a dedicarsi ad aggressioni vere e proprie. Gli avrebbero procurato più denaro dei suoi finti furti che lo costringevano a vivere in un buco che puzzava di biancheria sporca e miseria anche nei giorni di vento…]

QUARTA DI COPERTINA
Tempi duri per Nestor Burma: le casse dell’Agenzia Fiat Lux sono drammaticamente vuote e la pioggia primaverile rende Parigi sempre più cupa. Così, fiutata la possibilita` di un mistero, il detective privato si reca di nascosto presso un’isolata villa di Boulogne, dove sarà l’involontario e sbigottito testimone di una strage, messa in atto da un losco individuo dal volto deturpato. La vittima, tale Mauffat, sembra essere a sua volta un personaggio poco raccomandabile: un ex medico radiato dall’ordine, che custodiva nella propria cassaforte mazzette di banconote e bottiglie di benzina… A complicare le cose si aggiunge il fatto che Mauffat venga anche considerato il responsabile della morte della giovanissima Yolande Bonamy, deceduta in seguito a un aborto mal praticato: ad accusare l’ex medico sono i nonni della ragazza, che, in mancanza di prove concrete, affideranno al protagonista il compito di incastrare l’assassino rimasto impunito. Ma come fare, ora che l’assassino stesso è stato a sua volta brutalmente assassinato? Ancora una volta toccherà a Nestor Burma risolvere l’intrigo, muovendosi tra sicari prezzolati, locali a luci rosse, chanteuses decadute e “bambole”, reali o sognate… E sarà proprio una “bambola” la chiave per decifrare il mistero.

L’AUTORE
Léo Malet, l’anarchico conservatore, come amava definirsi, è uno dei padri del romanzo noir francese. In realtà Malet è uno scrittore dai mille volti: accanto al poliziesco, si cimenta nei romanzi di cappa e spada e, soprattutto, nel noir. La critica gli concede proprio in questo filone i maggiori riconoscimenti: la Trilogie noir, di cui fanno parte Nodo alle budella, La vita è uno schifo e Il sole non è per noi, viene considerato il suo capolavoro. Malet muore nel 1996.

FAVOLA DI NEW YORK, IL FANTASY DI VICTOR LAVALLE

Favola New York Victor LaValle fantasy andrea bindella un nuovo nemico

Un romanzo in cui una modernissima New York si sospende per lasciare spazio al mito e alla leggenda.

 

Victor LaValle è l’autore vincitore dello Shirley Jackson Award 2016 per il piccolo gioiello “La ballata di Black Tom”, una novella fantasy/horror pubblicata nel 2016 che rivisita “L’orrore a Red Hook” di H.P. Lovecraft, immergendolo nella realtà degli afroamericani della New York degli anni Venti.

QUARTA DI COPERTINA
Il piccolo Apollo, figlio della New York di oggi, cresce con la madre, giovane single di origini ugandesi. Il padre, che è sparito nel nulla, gli ha lasciato solo una scatola di libri e uno strano incubo ricorrente. Da grande, Apollo diventa un commerciante di libri antichi e si innamora della bibliotecaria Emma, insieme alla quale ha presto un figlio. Ma il nuovo arrivato incrina l’idillio della coppia: lui rivive l’abbandono del padre e, alle prese con i propri fantasmi, fatica a comprendere che in lei qualcosa è cambiato. Emma si comporta in modo strano, è sempre più distante e insofferente fino a quando, un giorno, compie un gesto indicibile. Quanto possono essere oscuri i segreti delle persone che più amiamo? Inizia così l’avventura di Apollo alla ricerca della verità su quell’atto terribile: un viaggio che lo porterà su un’isola misteriosa nel cuore della metropoli dove accadono cose al di là di ogni immaginazione e dove la vita quotidiana in una modernissima New York si sospende per lasciare spazio al mito e alla leggenda.

L’AUTORE
Victor LaValle è uno scrittore statunitense specializzato in narrativa fantasy e di fantascienza.
Nato il 3 febbraio 1972 a New York e cresciuto nei quartieri di Flushing e Rosedale, si è laureato in inglese alla Cornell University, specializzandosi in scrittura creativa alla Columbia University.
Dopo l’esordio nel 1999 con la raccolta di racconti Slapboxing with Jesus: Stories, ha pubblicato 5 romanzi e una graphic novel spaziando dal fantasy alla fantascienza, passando per l’horror.
Tra i numerosi riconoscimenti letterari ottenuti si segnalano un Premio World Fantasy e un Premio Locus entrambi ottenuti nel 2018 per Favola di New York.
Insegnante presso la Columbia University, vive e lavora con moglie e figli a Washington Heights.

INSTAGRAM SALVA LE LIBRERIE INDIPENDENTI

Books Are Magic librerie andrea bindella fantasy fantascienza thriller

Instagram grazie alle fotografie è il luogo ideale per condividere la passione per i libri per questo ne hanno beneficiato le librerie indipendenti.

 

Tra eBook e Amazon si è spesso temuto che potesse arrivare una forte crisi per il mondo delle librerie, invece hanno saputo sfruttare la tecnologia per trarne dei vantaggi. Instagram infatti ha portato un buon beneficio al mondo del libro cartaceo ridando linfa al mercato delle librerie indipendenti di tutto il mondo.

Sono nove anni che abitualmente condividiamo su Instagram i diversi aspetti delle nostre vite sotto forma di fotografie. Negli altri social siamo più sbrigativi ma qui ci ritroviamo a scattare decine di foto prima di scegliere quella giusta da postare. Per non parlare dei filtri da applicare, della giusta luce o della migliore angolazione.
In questo “strano” nuovo mondo il LIBRO ha trovato un luogo ideale dove poter apparire in tutti i suoi profili migliori. Ci sono moltissimi hashtag dedicati soltanto a lui e che vantano milioni di scatti provenienti da tutto il mondo.

Non si sa di preciso cosa porti i lettori a scattare tutte queste foto, forse la bellezza delle copertine, forse l’immaginario che ogni libro racchiude in sé o forse perché c’è finalmente un’APP facile da usare e adatta a condividere con “facilità” questa nostra passione per i libri.

Chi ne ha beneficiato sono state proprio le librerie indipendenti, che nel mondo occidentale sono in aumento e spesso vengono preferite dai lettori rispetto a quelle grandi. In Italia sebbene il mercato del libro tenda ad arrancare rispetto agli altri paesi europei, i dati Istat del 2018 mettono in luce come i lettori si affidino sempre di più a piccole librerie indipendenti, dove è più facile instaurare un rapporto di fiducia con i librai e ritrovare una dimensione più intima e personale della lettura. Soprattutto nelle grandi città le piccole librerie hanno cominciato a creare angoli suggestivi, atmosfere e ambienti fotografabili che attirano giovani lettori.

La libreria “Books Are Magic” a New York è una delle mete preferite degli amanti dei libri perché mette a disposizione un bellissimo Instagram Wall. È arrivata così ad avere 94.000 followers, un numero molto alto per una libreria indipendente. Books Are Magic è diventato un vero e proprio lifestyle brand per lettori, una vera e propria community di booklover. Dunque Instagram ha contribuito a togliere i libri dagli scaffali polverosi e dalla percezione scolastica che molti hanno.

UN GIOCO DI FANTASMI, DI JOHN CONNOLLY

gioco fantasmi connolly thriller un nuovo nemico fantasy andrea bindella

Una storia torva e indecifrabile, in cui ogni certezza sembra vacillare. Ecco l’ennessima indagine dell’agente speciale C. Parker.

 

…Faceva freddo, ma l’aria non era limpida. Una sottile foschia aleggiava appena sopra le strade, avvolgendo i lampioni in aloni simili alle aureole dei santi e trasformando i profili dei palazzi in un paesaggio onirico…
…Charlie Parker risaliva Exchange Street a testa bassa nel freddo rigido della sera, avanzando come un caprone tra i mucchi di neve sul marciapiede…

QUARTA DI COPERTINA
Mentre era sulle tracce di un pericoloso gangster del Rhode Island, il detective privato Jaycob Eklund sembra essere scomparso nel nulla. Edgar Ross, agente speciale dell’FBI, affida a Charlie ‘Bird’ Parker il difficile incarico di rintracciarlo. Ross ha le sue ragioni per voler trovare Eklund: quest’ultimo, infatti, stava indagando in modo quasi ossessivo su una serie di misteriosi omicidi e sparizioni, riconducibili a un gruppo noto come la Confraternita. La particolarità delle indagini di Eklund è che ciascuno dei casi seguiti sembrerebbe collegato a storie di fantasmi. Nel corso delle sue ricerche Parker si ritrova risucchiato nel pericoloso mondo della malavita, un mondo in cui la vecchia e spietata Madre governa un impero criminale in cui innocenti e colpevoli sono pedine in un terrificante gioco di fantasmi. In una frenetica corsa contro il tempo, spetta a Charlie Parker scoprire cosa si nasconda dietro quelle misteriose e inquietanti uccisioni.

L’AUTORE
John Connolly (Dublino, 31 maggio 1968) è uno scrittore irlandese di thriller.
Ha lavorato come giornalista per The Irish Times e ha iniziato una fortunata carriera di scrittore narrando le indagini di un ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker, detto Bird come il famoso sassofonista jazz, che si trasferisce come investigatore privato nello stato del Maine in cui gran parte delle avventure viene ambientata. Le storie sono collegate fra loro, è quindi consigliabile leggerle seguendo l’ordine di pubblicazione. Fuori dal ciclo di Charlie Parker ha pubblicato Nocturnes, un’antologia di racconti, una storia ambientata nel Maine in cui Charlie Parker fa solo una rapida apparizione (Bad men) e Il libro delle cose perdute (The book of lost things), una sorta di racconto psicologico in cui affronta l’universo della psiche infantile e dei traumi legati alle tragedie familiari che colpiscono il protagonista.

THRILLER – “L’UOMO DI FUMO” DI STEVEN PRICE

uomo fumo thriller un nuovo nemico andrea bindella fantasy vampiri

William Pinkerton, figlio del celebre investigatore, si trova a Londra, sulle tracce di un criminale a cui il padre ha dato la caccia per tutta la vita, senza successo; ma non si può dare la caccia a un fantasma.

 

«Con il suo gioco complesso di gatto e topo, una folla di personaggi peculiari e un’atmosfera cupa questo romanzo piacerà sia agli appassionati di suspense classica sia a quelli di fiction vittoriana. Eppure il libro di Price è totalmente contemporaneo: una storia trascinante di cacciatore e cacciato in cui l’inseguitore più pericoloso è sempre il cuore umano» – Publishers Weekly

QUARTA DI COPERTINA
Londra, 1885.
In Edgware Road viene ritrovato il cadavere di una donna. La testa spiccata riaffiora a dieci miglia di distanza dalle acque melmose del Tamigi. L’ennesimo delitto orrendo che rischia di restare irrisolto in una città abitata da relitti umani, attraversata da fogne a cielo aperto, popolata da spiriti vagabondi, fasciata in una perenne nebbia sporca. Il nascondiglio perfetto per l’uomo di fumo, Edward Shade, il criminale che tutti cercano e tutti accusano. Allan Pinkerton, il detective più celebre di tutti i tempi, è morto senza riuscire a catturarlo; e ora tocca al figlio William, che ha ereditato l’ossessione, portare a termine l’impresa fallita. Ma anche Adam Foole, gentiluomo trasformista che viaggia accompagnato da un gigante e da una bambina, ha le sue ragioni per ritrovare Shade: e sono ragioni che alludono a un amore perduto, a una lettera, a un viluppo di segreti. Le miniere di diamanti del Sudafrica, i campi di battaglia della Guerra Civile americana, un paesaggio vittoriano modellato sul dolore e sulle speranze infrante.

L’AUTORE
Steven Price è un poeta e romanziere canadese, nato nel 1976. La sua prima raccolta di poesie Anatomy of Keys (2006), ha vinto il Gerald Lampert Award in Canada nel 2007, mentre la seconda Omens in the Year of the Ox (2012), ha vinto il ReLit Award 2013. Il suo primo romanzo, Into That Darkness (2011), è stato selezionato per il Fiction Prize 2012. L’uomo di fumo è il suo secondo romanz. Price insegna all’Università di Victoria, dove vive con la moglie Esi Edugyan (anche lei scrittrice).

“LA CICATRICE” il Secondo Capitolo de Inganno Imperfetto

inganno imperfetto la cicatrice fantascienza thriller andrea bindella terra 2486

Se ancora non lo avete letto, vi consiglio di cliccare sul link sottostante per non perdervi il Secondo Capitolo del mio nuovo romanzo.

 

Alcune recensioni:
«Bella questa seconda puntata, mira dritto a porre tanti quesiti al lettore» Daniele.
«Il mistero diventa ancora più interessante descrittivo ma senza annoiare» Ely.
«La tua serie mi sta appassionando. Ci vedo molto dei sette peccati capitali» Micol.
«Davvero un bell’episodio, intenso, incalzante, pieno di ritmo e di dettagli. Una lettura affascinante e accattivante» Antonino.

Buona lettura!

https://edizioniopen.it/la-cicatrice/

“L’AMICA PERFETTA”, TORNA L’AUTRICE DEL BESTSELLER “TI STO GUARDANDO”

amica perfetta thriller un nuovo nemico andrea bindella

Un nuovo thriller di Teresa Driscoll, numero 1 in Inghilterra, negli Stati Uniti e in Italia con il bestseller “Ti sto guardando”, un’autrice da mezzo milione di copie vendute.

 

QUARTA DI COPERTINA
Un’amicizia ossessiva.
Un amore sbagliato.
Un omicidio, o forse due.

È furba, decisa, determinata. Jule West Williams nella vita ha subito tante ingiustizie e sa che cosa significa non avere niente. È per questo che ora nulla la spaventa. Jule non ha paura di scappare, innamorarsi, reinventarsi in mestieri e vite sempre nuovi, ma anche sempre più pericolosi. Ed è proprio tra una vita e l’altra che incontra Imogen. Le due ragazze non hanno praticamente niente in comune. Immie è ricca, di buona famiglia, vive tra New York, Londra e Martha’s Vineyard. Ha tutto ciò che Jule ha sempre desiderato. Eppure tra loro c’è subito intesa. L’intesa diventa amicizia e poi ossessione: improvvisamente a Jule la vicinanza di Imogen non basta più. Lei vuole essere Imogen. In un attimo, il legame tra loro diventa un vortice che gira sempre più veloce. E da cui, una volta risucchiati, è impossibile uscire… vivi.
Dalla penna magistrale dell’autrice bestseller di L’estate dei segreti perduti, una nuova suspense psicologica che non lascia scampo: un romanzo unico, diabolicamente congeniato e sorprendente.

INCIPIT
Oggi, ore 16:00

Perché un pettirosso? Non capisco…
Sono nella toilette del treno, a gambe ben divaricate, china sul minuscolo lavabo di acciaio inossidabile, cercando con tutte le forze di… respira… devi… solo… respirare… dannazione… e di capire cosa diavolo ha a che fare con tutto questo un pettirosso.
A più di trecento chilometri mio figlio è in un letto d’ospedale, accudito da sconosciuti. Forse devono asportargli la milza, o forse no.
C’è una confusione tremenda che una serie di telefonate non è riuscita a risolvere, perché mio figlio è con un amico e, incredibilmente, il personale medico non ha potuto stabilire chi è chi. Un deprecabile e surreale pasticcio d’identità, anche se solo ora mi rendo conto che, almeno a prima vista, tra loro c’è una notevole somiglianza: capelli e occhi castani e, in virtù di un recente scatto di crescita dell’amico, anche più o meno la stessa altezza.
Un’infermiera con un lieve accento irlandese ha cercato di ottenere da me risposte sensate attraverso la nebbia che mi avvolge, impedendomi di pensare con lucidità. In una delle telefonate mi chiede se mio figlio ha qualche segno particolare.
Nei? Lentiggini? Una voglia?
Mi hanno detto che i due bambini sono stati già spogliati dai paramedici, ma per qualche ragione trovo confortante scorrere con l’infermiera la lista degli indumenti: una T-shirt verde con il logo di un dinosauro (una delle sue preferite, che gli avevo stirato appositamente ieri sera) e jeans neri rimboccati perché troppo lunghi. Ho sempre in mente di accorciarglieli e ricucirglieli, ma non sono quel tipo di madre e…
L’infermiera mi interrompe con delicatezza per chiedermi dei capelli.
Ricci? Lisci?

L’AUTRICE
Vive nel Devonshire e lavora come presentatrice televisiva per la BBC da oltre quindici anni. Forte di una lunga carriera da giornalista d’inchiesta, ha deciso di cimentarsi con thriller realistici e dal sapore amaro che analizzano l’impatto che un crimine ha sui familiari delle vittime. Ti sto guardando, il suo esordio nella narrativa, ha ottenuto un grande successo in Inghilterra, Stati Uniti e Australia ed è stato tradotto in sei lingue.

NEL BUIO DELLA NOTTE DI MICOL FUSCA

micol fusca edizioni open buio notte andrea bindella romanzo fantasy thriller fantascienza

«I bambini sanno quello che gli adulti hanno dimenticato: al centro dell’oscurità più profonda c’è qualcosa che li attende» da “Notte – Capitolo I”.

 

Micol è un’autrice di Edizioni Open e nel LibriCK “Nel Buio della Notte”, una storia di mistero e mostri notturni, riesce a tenere il lettore incollato alla pagina in preda a curiosità e suspance. Con il suo stile fluido e grazie al buon ritmo che ha saputo imprimere nella storia il capitolo si legge tutto d’un fiato.

Al link sottostante è possibile visualizzare gratuitamente il Primo Capitolo della sua opera e se vi piace lo stile e il genere, ci sono già altri cinque capitoli ad aspettarvi.

Buona Lettura e buona divertimento!

https://edizioniopen.it/il-mostro-sotto-il-letto-notte/