Ciclo di Earthsea (o Terramare) di Ursula Le Guin

Il ciclo di Earthsea (o Terramare) è una serie di romanzi e racconti della scrittrice Ursula Le Guin e hanno per protagonista il giovane Ged. La serie ha avuto una trasposizione televisiva.

Earthsea o Terramare è un mondo formato da un arcipelago suddiviso nelle Terre Interne al centro – dove vi sono le isole di maggiori dimensioni – e Orizzonti, – le zone più periferiche con isole più piccole e rade. Al di là degli Orizzonti c’è soltanto l’oceano aperto. Le Terre Interne sono popolate quasi esclusivamente dal popolo hardic; in alcune isole a Nord-Est vi risiede il popolo Karg, che ha una lingua propria e caratteristiche somatiche “barbare”. Nelle isole dell’estremo Orizzonte Ovest vivono i draghi. L’isola centrale è Havnor, dove risiede il re dell’Arcipelago. Oltre al potere politico a Terramare è molto importante il potere della magia, esercitato da maghi e stregoni, che vede il suo centro nell’isola di Roke, dove è stata eretta un’importante scuola di magia.

Particolarmente interessante è l’ambientazione che è costituita da un mondo privo di grandi elementi fantasy, dove non vi sono elfi o altre creature magiche, fatate o demoniache, a parte draghi, ombre provenienti dall’oltretomba e antiche potenze della terra. L’arcipelago è abitato da uomini, mercanti, contadini e qua e là si trovano maghi e stregoni da villaggio, uniche persone fuori dal comune. Il male è generalmente male umano, invidia, rabbia, orgoglio, perfidia ed infatti il male liberato da Ged, non è altro che la creazione di questo suo animo competitivo e orgoglioso.

Il mago di Earthsea (titolo originale dell’opera A Wizard of Earthsea) è il primo romanzo della saga ed è stato pubblicato nel 1968.

QUARTA DI COPERTINA
Il romanzo narra le vicende di un bimbo diverso da tutti gli altri, Duny, capace di piegare gli animali alla propria volontà con piccoli, misteriosi incantesimi. Poi, una volta cresciuto, l’hanno chiamato Ged, lo Sparviere: un giovane mago che deve compiere un complesso apprendistato per conoscere meglio i suoi immensi poteri e usarli contro il male.
La complessa e appassionante vicenda di Ged, giovanissimo apprendista stregone in lotta contro il male e alle prese con draghi, streghe e pirati, è la prima di una trilogia dedicata alla misteriosa terra di Earthsea e alle sue mille insidie. Considerato uno dei più bei romanzi fantasy che siano stati scritti.

L’AUTRICE
Ursula Kroeber Le Guin (Berkeley, 21 ottobre 1929 – Portland, 22 gennaio 2018) è stata una scrittrice e glottoteta statunitense, autrice di fantascienza e di fantasy.
Ha vinto cinque premi Hugo e sei premi Nebula – i massimi riconoscimenti della letteratura fantastica – ed è considerata una delle principali autrici di fantascienza. La profondità e attualità dei suoi temi, che spaziano dal femminismo all’utopia e al pacifismo, hanno reso i suoi romanzi noti e apprezzati ben oltre il tradizionale circolo di lettori di genere. Tra le sue opere si ricordano in particolare “La mano sinistra delle tenebre” (1969) e “I reietti dell’altro pianeta” (1974).

Ursula Kroeber era figlia dell’antropologo Alfred Louis Kroeber, studioso della University of California, Berkeley, e della scrittrice Theodora Kracaw.
Ursula e i suoi tre fratelli, Clifton, Theodore e Karl Kroeber, furono incoraggiati a leggere sotto l’influenza dei genitori e delle loro amicizie, tra cui gruppi di Nativi Americani e Robert Oppenheimer, che in seguito divenne il parziale modello per l’eroe ne I reietti dell’altro pianeta. Le Guin affermò che, in retrospettiva, era grata per la sua educazione. In questo ambiente stimolante nutrì il suo interesse per la letteratura; scrisse la sua prima storia fantasy a nove anni, e a undici anni inviò il suo primo racconto di fantascienza alla rivista Astounding Science Fiction, ma non fu pubblicato.

Dal 1951 al 1961 scrisse cinque romanzi, tutti rifiutati dalle case editrici perché considerati inaccessibili. In questo periodo scrisse anche poesie, tra cui Wild Angels (1975).
Le sue prime opere, che furono in parte riadattate in Orsinian Tales e Malafrena, erano storie realistiche ambientate nel paese immaginario di Orsinia. Alla ricerca di un modo per esprimere i suoi interessi, tornò alla passione per la fantascienza; all’inizio degli anni ’60 i suoi lavori cominciarono ad essere pubblicati regolarmente. Uno degli Orsinian Tales fu pubblicato nell’estate del 1961 da The Western Humanities Review e altre tre storie apparirono nel1962 e nel 1963 su Fantastic Stories of Imagination, un mensile pubblicato da Cele Goldsmith. Goldsmith era l’editore anche di Amazing Stories, che pubblicò due racconti di Le Guin nel 1964, inclusa la prima storia del ciclo hainita.

Le Guin ottene un ampio riconoscimento per il romanzo La mano sinistra delle tenebre, che vinse i premi Hugo e Nebula nel 1970. Il romanzo successivo I reietti dell’altro pianeta la resero la prima persona a vincere sia il premio Hugo che il premio Nebula per il Miglior Romanzo due volte per gli stessi due libri.

Le Guin si occupò in seguito anche di cinema: contribuì a The Lathe of Heaven, film basato sul suo omonimo romanzo. Nel 1985 collaborò con il compositore David Bedford per il libretto di Rigel 9.

ADATTAMENTI CINEMATOGRAFICI
Nei primi anni ottanta, il regista Hayao Miyazaki chiese a Le Guin il permesso di creare un adattamento cinematografico in forma di cartone animato del ciclo di Earthsea. Tuttavia Le Guin, che non conosceva il lavoro del regista e in generale il mondo dei cartoni animati, decise di rifiutare. Molti anni più tardi, dopo aver visto Il mio vicino Totoro, riconsiderò la sua decisione: il terzo e quarto libro del ciclo di Earthsea vennero usati per il film d’animazione I racconti di Terramare del 2006. Il film, tuttavia, venne girato dal figlio di Hayao, Gorō Miyazaki, e Le Guin non ne fu soddisfatta.[46]
Nel 2004 fu prodotta da SciFi channel una miniserie per la TV dal titolo La leggenda di Earthsea (Earthsea). Anche in questo caso l’opera derivata dal ciclo di Earthsea non fu apprezzata da Le Guin.

PREMI
Premio Hugo:
– La mano sinistra delle tenebre (1970) – Sezione Miglior Romanzo
– Il mondo della foresta (1973) – Sezione Miglior Romanzo Breve
– The ones who walk away form Omelas (1974) – Sezione Miglior Racconto Breve
– I reietti dell’altro pianeta (1974) – Sezione Miglior Romanzo
– Buffalo Gals, and Other Animal Presences (1988) – Sezione Miglior Racconto
– Words Are My Matter: Writings About Life and Books, 2000–2016 (2016) – Sezione Best related Books (2017)

Premio Nebula:
– La mano sinistra delle tenebre (1969) – Sezione Miglior Romanzo
– I reietti dell’altro pianeta (1974) – Sezione Miglior Romanzo
– The day before the revolution (1974) – Sezione Miglior Racconto Breve
– L’isola del drago (1990) – Sezione Miglior Romanzo
– Solitude (1994) – Sezione Miglior Racconto
– Powers (2008) – Sezione Miglior Romanzo

Premio Jupiter:
– I reietti dell’altro pianeta (1974) – Sezione Miglior Romanzo
– The day before the revolution (1974) – Sezione Miglior Racconto Breve
– The Diary of the Rose (1977) – Sezione Miglior Racconto

National Book Award per la letteratura infantile con La spiaggia più lontana (1973)
Gandalf Grand Master (1979)
Science Fiction and Fantasy Writers of America Grand Master Award (2003)
Locus Award (19 volte)
Premio Living Legends della Library of Congress statunitense nella sezione “Scrittori e Artisti” (2000)
Honor Book al Premio Phoenix per Le tombe di Atuan (1991)

STAY CURIOUS!

un nuovo nemico fantasy andrea bindella autore vampiri thriller perugia giallo noir urban vienna
neigmor crepaossa andrea bindella autore giuseppe gallato la locanda dei sussurri gratis edizioni open fantasy guerriero mago magia
enar annientatore andrea bindella autore fantasy fabrizio bellini storia interattiva mago guerriero spada magia epico fantastico

il compagno ideale andrea bindella autore valentina vita pasquale cavalera umorismo fantasy thriller fantascienza
Hitty e Radtz Elfi Rosa fantasy andrea bindella un nuovo nemico
Agente Speciale fantasy fantascienza thriller terra 2486 anima sintetica andrea bindella


2 risposte a "Ciclo di Earthsea (o Terramare) di Ursula Le Guin"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...