Stephen King

Stephen Edwin King (Portland, 21 settembre 1947) è uno scrittore e sceneggiatore statunitense, uno dei più celebri autori di letteratura fantastica, in particolare horror, del XX e XXI secolo.

Scrittore molto prolifico, nel corso della sua carriera iniziata nel 1974 con Carrie, ha pubblicato oltre ottanta opere, anche con lo pseudonimo di Richard Bachman, fra romanzi e antologie di racconti, entrate spesso nella classifica dei best seller e vendendo oltre 500 milioni di copie.

Molti suoi racconti hanno avuto trasposizioni cinematografiche o televisive, dirette anche da grandi autori come Stanley Kubrick, John Carpenter, Brian De Palma, David Cronenberg e George A. Romero. Pochi autori letterari, a parte Shakespeare, Agatha Christie o Arthur Conan Doyle, hanno ottenuto un numero paragonabile di adattamenti delle proprie opere.

A lungo sottostimato dalla critica letteraria, tanto da essere definito in maniera dispregiativa su Time “maestro della prosa post-alfabetizzata”, a partire dagli anni novanta è stato progressivamente rivalutato dalla critica.

Grazie al suo enorme successo popolare e per la straordinaria capacità di raccontare l’infanzia nei propri romanzi è stato paragonato a Charles Dickens, paragone che lui stesso, nella prefazione a Il miglio verde, pubblicato a puntate nello stile di Dickens, ha sostenuto essere più adeguato per autori come John Irving o Salman Rushdie. Fa parte del gruppo musicale, composto unicamente da scrittori, chiamato Rock Bottom Remainders.

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST PER RICEVERE QUESTI EBOOK GRATIS!

mailing list andrea bindella autore ebook gratis fantascienza fantasy thriller avventura free

BIOGRAFIA
L’esordio con Carrie e il grande successo
Dopo tre precedenti tentativi falliti, King raggiunge finalmente la pubblicazione di un proprio romanzo nel 1974 con Carrie. L’autore ha sempre sostenuto che fu la moglie Tabitha ad incoraggiarlo per farlo visionare ad una casa editrice, in quanto lui non riponeva in questa storia particolare fiducia di successo. Acquistato dalla casa editrice Doubleday per soli 2 500 dollari, il romanzo passa inosservato nell’edizione rilegata, ma ottiene un successo enorme con l’edizione economica, superando il milione di copie vendute. Grazie alla sua quota sia per i diritti dell’edizione economica, che per la trasposizione cinematografica, poté permettersi di abbandonare l’insegnamento per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura.
I successivi Le notti di Salem (Salem’s Lot) (1975) e Shining (1977) furono dei successi ancor maggiori: il primo vendette oltre tre milioni di copie, il secondo superò i quattro milioni. Nel giro di quattro anni, il non ancora trentenne King è passato dal sopravvivere con il modesto stipendio di insegnante da 6.000 dollari annui a guadagnare milioni con i diritti d’autore e i diritti cinematografici.
Ma è proprio in questo periodo di crescente successo e di affermazione personale che la madre di King muore di cancro, evento che causa nello scrittore, seri problemi di dipendenza da alcool e cocaina, arrivando persino a pronunciare il discorso di addio, al funerale della madre, da ubriaco. La sua tossicodipendenza venne a lungo sottovalutata, perché non incideva in alcun modo nella sua creatività, e, solo nel 1987, l’intervento di familiari e amici diede inizio ad un faticoso processo di disintossicazione, che durerà oltre un anno.
Negli anni ottanta King è ormai diventato una star della cultura popolare, paragonabile alla figura di Steven Spielberg in campo cinematografico. In questi anni lui stesso confessa anche il suo debito nei confronti dello scrittore Shane Stevens, dichiarando che il proprio romanzo, La metà oscura è anche un omaggio allo stesso Stevens. Nel 1989 fece un piccolo cameo nella trasposizione cinematografica di “Pet Sematary”.(romanzo scritto da King nel 1983). Un altro cameo di King avviene nel 1997 nella miniserie dedicata al suo celebre romanzo “Shining”.

Questo contenuto ti è piaciuto o ti è stato utile? CONDIVIDILO!

1999: l’incidente
Nell’estate del 1999, dopo aver riposto momentaneamente nel cassetto il romanzo, Buick 8, iniziato nel corso della primavera e che richiedeva un certo lavoro di ricerca, King riprende in mano il saggio sulla scrittura, On Writing: Autobiografia di un mestiere, iniziato a fine 1997 e messo da parte nei primi mesi del 1998, con l’intenzione di dedicare l’intera estate a completarlo.
Il 18 giugno 1999 inizia a scrivere la parte principale del saggio, Sullo scrivere. Il pomeriggio del 19 giugno, intorno alle quattro pomeridiane, intraprende la sua abituale camminata di sei chilometri nei dintorni di Center Lovell, nel Maine occidentale, per un tratto lungo la Route 7, la strada che collega Bethel e Fryeburg, quando Bryan Smith, un quarantaduenne con dozzine di precedenti incidenti stradali, alla guida di un minivan Dodge blu, distratto dal suo rottweiler, saltato sul sedile posteriore, travolge in pieno lo scrittore mentre camminava sul ciglio della strada.
Trasportato in un primo momento al Northern Cumberland Hospital di Bridgton, viene poi trasferito in elicottero al Central Maine Medical Center di Lewiston. A King vengono diagnosticati una serie di gravi traumi fisici: polmone destro perforato, gamba destra fratturata in almeno nove punti, tra cui ginocchio e anca, colonna vertebrale lesa in otto punti, quattro costole spezzate e lacerazione del cuoio capelluto. Esce dall’ospedale il 9 luglio 1999, dopo tre settimane dal ricovero.
Dopo aver accettato in un primo momento le scuse dell’investitore, King decide di denunciarlo per fargli ritirare la patente e di acquistarne il veicolo per 1 600 dollari, nella prospettiva di sfasciarlo una volta recuperate le forze fisiche.
Le sette operazioni chirurgiche necessarie per guarire, e la lunga e dolorosa convalescenza interrompono la proverbiale disciplina dello scrittore, non più in grado di lavorare ininterrottamente quattro ore ogni mattina per scrivere ogni giorno 2 500 parole.

2000–2012
Nel 2000 King pubblica su internet un romanzo a puntate, The Plant. Visto l’insuccesso, soprattutto economico poiché molte sono le persone che scaricano i nuovi capitoli senza pagarli, abbandona il progetto.
Nel 2002, sulla rivista Entertainment Weekly, per la quale fino al 2003 scrive la rubrica, The Pop of King,annuncia di voler smettere di pubblicare, anche se non forse di scrivere.
Nell’ottobre del 2005 King firma per la Marvel Comics una trasposizione a fumetti della serie, La torre nera, intitolata La nascita del pistolero. La serie, basata sulle vicende di un giovane, Roland Deschain, venne diretta da Robin Furth, illustrata da Jae Lee, vincitore dell’Eisner Award, con dialoghi di Peter David. La prima uscita viene pubblicata il 7 febbraio 2007 negli Stati Uniti, e nel marzo dello stesso anno vendette oltre 200 000 copie. In Italia la serie venne pubblicata mensilmente a partire dalla fine dell’agosto 2007, per un totale di quattro albi.
Sempre nel 2007, King venne premiato con il Mystery Writers of America Grand Master.
Annunciato precedentemente per il 21 giugno 2007, King pubblica il 2 ottobre 2007 il romanzo Blaze, scritto negli anni settanta sotto lo pseudonimo Richard Bachman ma mai pubblicato. Lo scrittore ha anche terminato il romanzo Duma Key, uscito a gennaio 2008, scrivendo un musical assieme a John Mellencamp intitolato Ghost Brothers Of Darkland County, spettacolo debuttato il 4 aprile 2012. Il 21 ottobre 2008 uscì la sua nona raccolta di racconti, Al crepuscolo, contenente tredici storie. A distanza di un anno dalla pubblicazione del suo ultimo libro, il 20 ottobre 2009 verrà pubblicato il romanzo, The Dome, idea a cui King lavorava già negli anni ottanta, ma che non aveva mai portato a termine.
Nel marzo del 2011 annunciò, tramite il suo sito ufficiale la pubblicazione di due nuovi libri. 11/22/63, romanzo che tratta il tema dei viaggi nel tempo e dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy, pubblicato l’8 novembre 2011. Il 13 novembre 2012 esce un altro volume legato alla serie La torre nera, intitolato La leggenda del vento (The Wind Through the Keyhole) inserito negli eventi temporali tra il quarto e quinto volume e che, come tutti i volumi della saga, è stato tradotto da Tullio Dobner.

ADATTAMENTI CINEMATOGRAFICI E TELEVISIVI (alcuni)
Cimitero vivente (Pet Sematary) (1989), regia di Mary Lambert
I sonnambuli (Stephen King’s Sleepwalkers), regia di Mick Garris (1992)
Cell, regia di Tod Williams (2016)
Carrie – Lo sguardo di Satana (Carrie), regia di Brian De Palma (1976)
Shining (The Shining), regia di Stanley Kubrick (1980)
The Boogeyman – cortometraggio (Il Baubau), regia di Jeff Schiro (1982)
La zona morta (The Dead Zone), regia di David Cronenberg (1983)
Christine – La macchina infernale (Christine), regia di John Carpenter (1983)
Stand by Me – Ricordo di un’estate (The Body e Different Seasons), regia di Rob Reiner (1986)
Misery non deve morire (Misery), regia di Rob Reiner (1990)
Il miglio verde (The Green Mile), regia di Frank Darabont (1999)
L’acchiappasogni (Dreamcatcher), regia di Lawrence Kasdan (2003)
The Mist (La nebbia), regia di Frank Darabont (2007)
Lo sguardo di Satana – Carrie (Carrie), regia di Kimberly Peirce (1976 e 2013)
La torre nera (The Dark Tower), regia di Nikolaj Arcel (2017)
It, regia di Andrés Muschietti (1990 e 2017)
It – Capitolo due (It: Chapter Two), regia di Andrés Muschietti (2019)
Doctor Sleep, regia di Mike Flanagan (2019)
Nell’erba alta (In the Tall Grass), regia di Vincenzo Natali (2019)

RICONOSCIMENTI (alcuni)
British Fantasy Society AwardS 1987: “It”
Horror Guild 2003: “Buick 8”
International Horror Guild Awards 1999: “La tempesta del secolo”
Locus Awards 2001: “On Writing: Autobiografia di un mestiere”
Mystery Writers of America 2007: Grand Master Award
New York Public Library Books for the Teen Age 1982: “L’incendiaria”
Premio Bram Stoker 1987: “Misery”
Premio Hugo 1982: miglior saggio – “Danse macabre”
World Fantasy Awards 1995: “L’uomo vestito di nero”
World Horror Convention 1992: World Horror Grandmaster

OPERE (alcune)
Carrie (1974)
Le notti di Salem (Salem’s Lot, 1975)
Shining (The Shining, 1977)
La zona morta (The Dead Zone, 1979)
L’ultimo cavaliere (The Dark Tower I: The Gunslinger, 1982)
Pet Sematary (1983)
Christine – La macchina infernale (Christine, 1983)
It (1986)
Le creature del buio (The Tommyknockers, 1987)
Misery (1987)
Il miglio verde (1996)
Mucchio d’ossa (Bag of Bones, 1998)
La tempesta del secolo (Storm of the century, 1999)
L’acchiappasogni (Dreamcatcher, 2001)
Buick 8 (From a Buick 8, 2002)
22/11/’63 (11/22/63, 2011)
Doctor Sleep (2013)
Mr. Mercedes (2014)
L’istituto (The Institute, 2019)

Questo contenuto ti è piaciuto o ti è stato utile? CONDIVIDILO!

STAY CURIOUS!

un nuovo nemico fantasy andrea bindella autore vampiri thriller perugia giallo noir urban vienna
neigmor crepaossa andrea bindella autore giuseppe gallato la locanda dei sussurri gratis edizioni open fantasy guerriero mago magia
GRATIS!
enar annientatore andrea bindella autore fantasy fabrizio bellini storia interattiva mago guerriero spada magia epico fantastico

il compagno ideale andrea bindella autore valentina vita pasquale cavalera umorismo fantasy thriller fantascienza
GRATIS!
Hitty Radtz psico Elfi Rosa fantasy andrea bindella autore un nuovo nemico enar annientatore vampiri mago magia guerriero
GRATIS!

agente-speciale-fantasy-fantascienza-mistero-super-eroi-inganno-imperfetto-terra-2486-anima-sintetica-andrea-bindella-autore
GRATIS!


gioco pericoloso thriller andrea bindella autore romanzo giallo mistero serial killer
ritorno dall inferno gioca gratis storia interattiva avventura thriller andrea bindella autore messenger 007 spia

GRATIS!


terra 2486 fantascienza andrea bindella autore androidi cyborg fiction scifi romanzo
anima sintetica fantascienza andrea bindella autore androidi cyborg fiction scifi romanzo
inganno imperfetto romanzo gratis copertina video fantascienza thriller andrea bindella autore

Questo contenuto ti è piaciuto o ti è stato utile? CONDIVIDILO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...