La Maschera della Morte Rossa di Edgar Allan Poe

La maschera della morte rossa (The Masque of the Red Death) è un racconto scritto da Edgar Allan Poe e pubblicato nel 1842. In italiano è conosciuto anche coi titoli La mascherata della morte rossa e La pantomima della morte rossa.

La storia fu pubblicata nel maggio 1842 nel Graham’s Magazine.

QUARTA DI COPERTINA
Una terribile pestilenza, la Morte Rossa, sta devastando una contrada e il principe Prospero, uomo di animo felice e temerario, si rende conto che le sue terre sono spopolate a causa della pestilenza, oppure perché fuggiti. L’uomo si ritira – insieme ad un migliaio di amici e cortigiani – nel suo palazzo, così da evitare di contrarre il morbo. All’interno dell’edificio gli occupanti trascorrono gioiosamente le giornate, con danze e giullari, e dopo cinque mesi di isolamento il principe decide di indire un ballo in maschera. Vengono quindi allestite sette stanze, ciascuna di un colore diverso: azzurro, giallo, verde, arancione, bianco, viola e nero. I partecipanti si concentrano nelle prime sei ed evitano l’ultima, perché troppo cupa. Durante lo svolgimento della festa compare tra gli invitati una figura misteriosa, la quale indossa un sudario macchiato di sangue e una maschera che raffigura il volto di un cadavere.

L’AUTORE
Edgar Allan Poe (Boston, 19 gennaio 1809 – Baltimora, 7 ottobre 1849) è stato uno scrittore, poeta, critico letterario, giornalista, editore e saggista statunitense. Considerato uno dei più grandi e influenti scrittori statunitensi della storia, Poe è stato l’iniziatore del racconto poliziesco, della letteratura dell’orrore e del giallo psicologico.
E’ considerato il primo scrittore alienato d’America, avendo dovuto lottare per buona parte della vita con problemi finanziari, l’abuso di alcolici e sostanze stupefacenti e con l’incomprensione del pubblico e della critica dell’epoca.

Dopo la morte del fratello, Poe iniziò tentativi più concreti per promuovere la sua carriera di scrittore; tuttavia trovò un periodo molto difficile per l’editoria statunitense. Fu il primo che cercò di vivere dei soli proventi della scrittura e fu ostacolato dalla mancanza di una legge internazionale sul diritto d’autore. Spesso gli editori britannici stampavano opere di scrittori statunitensi senza pagarne il lavoro. Il settore fu anche particolarmente colpito dal panico del 1837. Nonostante una crescita in forte espansione dei periodici, favorita in parte dalle nuove tecnologie, molti non durarono oltre un paio di uscite e gli editori spesso si rifiutavano di pagare i loro autori o li pagavano con grande ritardo, rispetto a quanto pattuito. Durante i suoi tentativi di mantenersi col suo lavoro di scrittore, Poe, dovette più volte ricorrere a umilianti richieste di denaro e altre forme di assistenza.
L’estrema povertà in cui viveva lo costrinse addirittura a usare le lenzuola del corredo matrimoniale (portate in dote dalla sposa) come sudario per la moglie stessa. A differenza di quanto si dice, Poe non fu oppiomane o consumatore di droga per gran parte della sua vita: cominciò a bere in maniera massiccia e a usare droghe solo negli ultimi anni di vita, specialmente dopo la morte della moglie.

AL CINEMA
Dal racconto sono stati tratti alcuni film:
Die Pest in Florenz di Otto Rippert (1921)
Prizrak brodit po Yevrop di Vladimir Gardin (1923)
La maschera della morte rossa (The Masque of the Red Death) di Roger Corman (1964)
La maschera della morte rossa (Masque of the Red Death) di Larry Brand (1989)

A FUMETTI
La maschera della Morte Rossa edito dalla Kleiner Flug

Leggi e ascolta GRATIS le sue opere!

STAY CURIOUS!

anima sintetica fantascienza andrea bindella autore androidi cyborg fiction scifi romanzo

romanzo gratis inganno imperfetto copertina video fantascienza thriller andrea bindella

terra 2486 fantascienza andrea bindella autore androidi cyborg fiction scifi romanzo

2 risposte a "La Maschera della Morte Rossa di Edgar Allan Poe"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...