FANTASCIEZA: DA DOVE INIZIARE?

Sono migliaia i romanzi di fantascienza che si trovano in commercio, ma da dove vale la pena iniziare a leggere qualcosa?

 

Ho cercato di immaginare un lettore che fino a oggi ha sentito parlare della fantascienza e magari ha anche visto qualche film, ma che non abbia mai letto un romanzo che lo trasportasse in pianeti lontani o in un futuro iper-tecnologico. L’ho immaginato mentre si siede davanti al PC, apre il browser preferito con il suo motore di ricerca prediletto e digita le due parole chiave “romanzo fantascienza” per poi perdersi davanti a una montagna di classifiche organizzate dal più venduto al più letto o al più conosciuto. Da dove iniziare?

Leggendo questo articolo, qualcuno si chiederà: “Perché la lista proposta da questo sconosciuto dovrebbe essere migliore delle altre?”. Probabilmente non sarà la migliore e neanche la più esaustiva, dato che ci sono migliaia di titoli che andrebbero letti, però sarà una lista stilata da uno scrittore di romanzi di fantascienza che potrà aiutare i neofiti a districarsi tra migliaia di titoli più o meno belli.

 

La data di nascita della fantascienza è convenzionalmente indicata nel 5 aprile del 1926, quando uscì negli Stati Uniti la rivista “Amazing Stories” diretta da Hugo Gernsback, ma al genere possono essere ascritte numerose opere precedenti, dal Frankenstein di Mary Shelley ai romanzi di Jules Verne e H. G. Wells.

Quindi dal lontano 1926 o addirittura dal 1816 di Shelley, chissà quanti romanzi ci ritroveremmo a leggere senza avere la minima idea di quali possano essere state le pietre miliari del genere.

 

Abissi d’acciaio di Isaac Asimov

New York è irriconoscibile: niente più torri e grattacieli. Al loro posto, un’immensa metropoli “coperta” che non viene mai a contatto con l’aria, nella quale milioni di uomini e donne brulicano come formiche su strade mobili. Una megalopoli in cui i robot sottraggono i posti di lavoro agli uomini a un ritmo sempre più preoccupante e alle cui porte si estende come una sfida Spacetown, la città degli Spaziali, dove tutto è lusso e ariosità, superbia e ostentazione. C’è da meravigliarsi che uno dei tanti terrestri scontenti ammazzi uno Spaziale, e che il caso rischi di diventare un incidente interplanetario? Per risolverlo bisogna ricorrere al miglior poliziotto della City, Lije Baley, e affidargli come compagno il più bravo poliziotto di Spacetown, R. Daneel Olivaw. Il guaio è che quella “R” significa robot: sta per cominciare una sfida implacabile tra l’intelligenza umana e quella artificiale, il cui fine ultimo è quello di risolvere l’omicidio più esplosivo che la Terra ricordi.

 

Fondazione di Isaac Asimov

L’Impero Galattico è avviato verso la decadenza; Hari Seldon, lo scienziato inventore della Psicostoria, ha però un suo progetto per limitare la fase della barbarie a pochi secoli. Il suo strumento sarà la Fondazione, un’Istituzione di scienziati enciclopedisti su un lontano pianeta.

 

Fanteria dello spazio di Robert A. Heinlein

Juan Rico vive in un futuro non troppo lontano, in cui il mondo è stato pacificato e, dopo una devastante guerra mondiale, si è instaurato un governo aristocratico che vede la Terra far parte di una Federazione di pianeti. Figlio di un ricco industriale, il giovane Rico sceglie di non lavorare nell’azienda paterna, ma di arruolarsi volontario nella fanteria dello spazio. Dopo un periodo di addestramento, Juan viene inviato al fronte; qui dovrà affrontare i nemici alieni impegnati in un conflitto senza tregua contro la specie umana; ma le battaglie che dovrà combattere saranno più psicologiche che militari, e lo trasformeranno alla fine, da frivolo diciottenne, in un vero uomo.

 

Straniero in terra straniera di Robert A. Heinlein

Valentine Michael Smith è nato durante la prima missione umana su Marte ed è l’unico sopravvissuto alla spedizione. Michael è stato cresciuto dai marziani, e quando torna sulla Terra è completamente inconsapevole di ciò che lo aspetta. Non sa cosa siano le donne, non conosce le culture terrestri né il concetto di religione. Il suo ritorno è carico di conseguenze: è l’erede di un gigantesco impero finanziario, oltre che il padrone di Marte. Sotto la protezione dell’irascibile Jubal Harshaw, Michael scopre ed esplora il senso morale degli esseri umani e il significato dell’amore. Fonda una sua chiesa, predicando l’amore libero e diffondendo le capacità psichiche che ha acquisito dai marziani; infine, affronta il destino riservato a ogni Messia.

 

Cronache marziane di Ray Bradbury

“Cronache marziane” è il resoconto della conquista e della colonizzazione di Marte tra il 1999 e il 2026: anno in cui lo scoppio di una guerra atomica richiama i terrestri sul proprio pianeta. Marte, pianeta antichissimo, resta nuovamente abbandonato. Sui suoi immensi mari di sabbia privi di vita passano i grandi velieri degli ultimi marziani, creature simili a fantasmi, ombre e larve di una civiltà che i terrestri, esseri ingombranti venuti da un mondo sordo e materialista, non hanno saputo vedere né comprendere.

 

Incontro con Rama di Arthur C. Clarke

Un misterioso, remotissimo corpo celeste viene segnalato dai radiotelescopi terrestri, e anche quando si scopre che la cometa, o pianeta, o asteroide, si sta avvicinando al sistema solare, la notizia appassiona soltanto gli astronomi. Ma ecco che gli osservatori identificano l’intruso: è un immenso cilindro metallico che ruota su se stesso a velocità vertiginosa. Nessun dubbio è più possibile, si tratta di un manufatto, di un veicolo lanciato nello spazio da qualche prodigiosa tecnologia cosmica. Il comandante Norton riceve l’ordine di esaminare da vicino, con la sua astronave “Endeavour”, il silenzioso colosso, e se possibile di sbarcarvi, di agganciarlo, di esplorarlo, di prendere contatto con gli eventuali navigatori oltregalattici.

 

Un cantico per Leibowitz di Walter M. Miller

Una Terra devastata, radioattiva, ripiombata nella barbarie dell’ignoranza. Ma fra travi contorte e case bruciate si eleva il monastero dell’ordine di san Leibowitz, dove viene preservata la scienza. Una cittadella della luce di cui il lettore segue affascinato le vicende lungo un arco di secoli e poi millenni, nella pericolosa odissea per restituire la conoscenza all’uomo.

 

Assurdo universo di Fredric Brown

Keith Winton, direttore del pulp magazine americano “Amazing Stories”, sta pensando a come sarebbe l’universo desiderato da Joe Doppelberg, accanito lettore della sua rivista… Proprio in quell’istante viene investito dalla scarica elettrica di un misterioso razzo lunare sperimentale, ritrovandosi trasportato in quel mondo. Qui viene scambiato per una spia arturiana e inizia un’epopea in cui la sua vita sarà costantemente in pericolo. In questo universo parallelo, per molti aspetti così simile al suo, la razza umana è in guerra con terribili alieni insettoidi, e a guidarla è l’alter ego di Doppelberg, divenuto l’uomo più bello, intelligente e romantico della Terra. Le ragazze vestono plasticosi completini sexy come nelle migliori copertine della rivista, e sul pianeta si aggirano bizzarri extraterrestri… Come farà il nostro eroe a “tornare a casa”?

 

Nascita del superuomo di Theodore Sturgeon

È la storia di sei esseri soli al mondo che incontrandosi scoprono d’aver ognuno un meraviglioso talento e che mettendosi insieme possono formare un tutto unico d’infinita potenza. Uno di essi è un idiota, un erculeo bambino che non sa né pensare né parlare ma che ha la facoltà di leggere i pensieri negli occhi degli altri. L’altra è una ragazzina che può far muovere gli oggetti e spostare le rocce al comando del proprio pensiero. Poi ci sono due gemelline di colore, che possono teletrasportarsi a volontà; e ancora un bambino diversamente abile, che non può crescere, che vive nel silenzio, ma il cui cervello funziona come una calcolatrice elettronica; e infine un ragazzo di otto anni, che ha gli istinti di un giovane delinquente, ma un’intelligenza e una forza di comando quasi sovrumane. Tutti questi esseri unendosi fanno parte come di un unico organismo che acquista una sua potente, devastatrice personalità. Chi potrà disciplinare e guidare questo mostruoso essere composto di sei cervelli diversi, con facoltà sovrumane? Con quale mezzo? Un uomo, un uomo giovane simile a tutti gli altri, che attraverso il dolore acquista una capacità infinita d’amore… Sotto l’apparenza di racconto fantastico questo romanzo cela una conoscenza meravigliosa dell’anima umana, una solidità di principi che si identifica con la norma del principio unico ed eterno della morale intesa come necessità universale.

 

Per il momento ti lascio con questi titoli e corro a preparare il prossimo articolo dove segnalerò altri bellissimi romanzi che  – sono sicuro – non ti deluderanno.

A presto!

fantascienza inganno imperfetto thriller andrea bindella combatti o muori edizioni open gratis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...