GLI ABISSI DEL CIELO, GLI ALIENI VOLANTI DI ELIZABETH BEAR

abissi cielo bear fantascienza terra 2486 anima sintetica andrea bindella

Dopo “Shoggoth in fiore” vincitore del Premio Hugo, arriva un nuovo racconto di Elizabeth Bear: “Gli abissi del cielo”.

Sarah Bear Elizabeth Wishnevsky è tra gli autori più interessanti della nuova generazione americana, come dimostrano i premi che si è aggiudicata: un John W. Campbell, un Theodore Sturgeon, un Locus e due Hugo.
In questa storia si mette in luce per l’originalità nella creazione di un mondo alieno “volante”.

QUARTA DI COPERTINA
Insegue-Tempesta aveva un sogno nella vita: diventare il compagno di Madretomba, il mondo galleggiante per la quale raccoglieva i preziosi monofilamenti trascinati dalle tempeste profonde. Ma quel giorno sarebbe accaduto qualcosa che avrebbe segnato la sua vita: tra le nuvole c’era qualcosa di diverso. Un oggetto nero, diverso dai volatili o dalle altre scialuppe, alieno. E stava precipitando.

L’AUTRICE
Sarah Bear Elizabeth Wishnevsky (nata il 22 settembre 1971 a Hartford, nel Connecticut) è un’autrice americana che lavora principalmente nei generi di narrativa speculativa. È una delle cinque scrittrici che hanno vinto più Hugo per la fiction dopo aver vinto il John W. Campbell Award come miglior nuovo scrittore.
Il primo romanzo “Hammered”, è stato pubblicato nel gennaio 2005 ed è stato seguito da “Scardown” a luglio e “Worldwired” nel novembre dello stesso anno. Si è sposata nel 2016 con il romanziere Scott Lynch.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...