CINQUE GRAPHIC NOVEL DA LEGGERE PER CONOSCERE IL MONDO

Le graphic novel sono anche un buon modo di viaggiare con la fantasia: le illustrazioni aiutano la nostra immaginazione a viaggiare in paesi esotici con la fantasia.

Tra le novità nelle librerie degli ultimi anni ci sono le ‘graphic novel’ (espressione che tradotta in italiano significa ‘romanzi grafici’), storie raccontate non solo con le parole ma anche con le immagini. Sono veri e propri fumetti che però hanno la struttura di un romanzo, con personaggi e ambientazioni che non hanno niente da invidiare ai libri più tradizionali. Le graphic novel sono anche un buon modo di viaggiare con la fantasia: le illustrazioni aiutano la nostra immaginazione a viaggiare in paesi esotici con la fantasia. Ecco 5 graphic novel per conoscere il mondo, senza spostarsi dal divano!

Persepolis, Marjane Satrapi , 2000 – Iran
L’opera narra la vita dell’autrice Marjane, dall’infanzia trascorsa in Iran sino all’età adulta; da un lato, questa graphic novel racconta soprattutto dell’evoluzione e dei mutamenti che tale Paese ha subito in seguito alla rivoluzione islamica di Khomeini, visti attraverso gli occhi prima di una bambina e poi di una donna; ma racconta anche dell’Europa, del mondo occidentale osservato da un’adolescente costretta ad allontanarsi dal proprio Paese e da una dittatura opprimente, soprattutto verso le donne.

Pyongyang, Guy Delisle, 2004 – Corea del Nord
Anche questo fumetto è autobiografico, e narra l’esperienza vissuta durante un viaggio di lavoro in Corea del Nord dell’illustratore canadese Guy Delisle. Qui Guy vede e vive le stranezze, a volte inquietanti e a volte bizzarre, del regime dittatoriale di Kim Jong-II, tra censura e povertà. Questa graphic novel è un’ottima testimonianza di come si vive nel regime più chiacchierato degli ultimi tempi.

Valzer con Bashir, Ari Folman, David Polonsky , 2009 – Libano
Questo fumetto è tratto dal film di animazione omonimo, da cui trae i disegni suggestivi. La storia è quasi un documentario, perché ripercorre con estrema crudezza e drammaticità i conflitti che coinvolsero il Libano nei primi anni ottanta culminando nella rappresentazione del massacro di Sabra e Shatila del 1982, dal punto di vista dell’esercito israeliano.

Kobane calling, Zero Calcare, 2016 – Kurdistan
Zerocalcare è il più famoso fumettista italiano, all’anagrafe Michele Rech, e in questa storia ci porta in Kurdistan, dove ci sono le macerie della città di Kobane e un popolo intero – i curdi – in guerra per difendere il proprio diritto a esistere. Una battaglia per la libertà che è stata combattuta in silenzio e che oggi continua nel Rojava, la regione che i curdi stanno cercando di trasformare in un’utopia democratica senza uguali in Medio Oriente e forse al mondo.

Portugal, Cyril Pedrosa, 2011- Portogallo
Tre generazioni di una famiglia di emigranti portoghesi e le loro storie. Quella di Abel, che per primo, dopo la guerra, venne in Francia. Quella di Jean, dirigente di successo ma, paradossalmente, pecora nera della famiglia, incompiuto e immaturo. Quella di Simon, sguardo narrante di questa storia, giovane disegnatore caduto in un limbo creativo dal quale spera di uscire tornando a visitare il paese dei propri avi (libreriamo.it/libri/5-graphic-novel-leggere-conoscere-mondo/).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...