BLOG: PREMIO HUGO 2018

I FINALISTI AI PREMI HUGO 2018

Sabato 31 marzo sono stati annunciati i finalisti al Premio Hugo 2018. Tra gli altri ci sono John Scalzi, Aliette de Bodard, Kim Stanley Robinson, Nnedi Okorafor.
Ecco il listone completo dei finalisti al Premio Hugo, al premio John W. Campbell e ai “Retro Hugo” che saranno assegnati il prossimo agosto. La premiazione quest’anno avverrà alla Worldcon a San Jose in California.
I voti sono stati 1813; hanno votato i partecipanti alle ultime quattro worldcon. La seconda fase della votazione partirà in aprile e i vincitori saranno annunciati il 19 agosto.

L’Annual Achievement Award for Science Fiction and Fantasy è un premio per lavori di fantascienza e fantasy assegnato ogni anno durante il World Science Fiction Convention (Worldcon), il congresso mondiale degli appassionati di fantascienza. È più noto come premio Hugo (Hugo Award) in omaggio a Hugo Gernsback, fondatore nel 1926 della rivista Amazing Stories, la prima rivista di fantascienza del mondo. Durante il Worldcon viene proposta al pubblico una rosa di autori candidati, e il premio viene aggiudicato all’autore più votato dal pubblico presente.
Il premio Hugo riflette quindi il gusto medio dei lettori di fantascienza più appassionati; è dunque un premio a carattere popolare a differenza del Premio Nebula che invece è attribuito da una giuria di scrittori ed è quindi più strettamente letterario. Visto però che il Nebula viene assegnato alcuni mesi prima del Worldcon, spesso lo Hugo viene influenzato da quest’ultimo.
Vengono inoltre proclamati i Retro Hugo (Retrospective Hugo Awards), assegnati 50, 75 o 100 anni dopo, in corrispondenza di anni in cui il premio Hugo non era ancora assegnato.

I finalisti di quest’anno:

Romanzo
John Scalzi, The Collapsing Empire
Kim Stanley Robinson, New York 2140
Ann Leckie, Provenance
Yoon Ha Lee, Raven Stratagem
Mur Lafferty, Six Wakes
N.K. Jemisin, The Stone Sky

Romanzo breve
Martha Wells, All Systems Red
Sarah Pinsker, And Then There Were (N-One)
Nnedi Okorafor, Binti: Home
JY Yang, The Black Tides of Heaven
Seanan McGuire, Down Among the Sticks and Bones
Sarah Gailey, River of Teeth

Racconto lungo
Aliette de Bodard, Children of Thorns, Children of Water
Yoon Ha Lee, Extracurricular Activities
Suzanne Palmer, The Secret Life of Bots
Vina Jie-Min Prasad, A Series of Steaks
K.M. Szpara, Small Changes Over Long Periods of Time
Sarah Pinsker, Wind Will Rove

Racconto
Caroline M. Yoachim, Carnival Nine
Fran Wilde, Clearly Lettered in a Mostly Steady Hand
Vina Jie-Min Prasad, Fandom for Robots
Linda Nagata, The Martian Obelisk
Ursula Vernon, Sun, Moon, Dust
Rebecca Roanhorse, Welcome to your Authentic Indian Experience™

Serie
Martha Wells, The Books of the Raksura
Robert Jackson Bennett, The Divine Cities
Seanan McGuire, InCryptid
Marie Brennan, The Memoirs of Lady Trent
Brandon Sanderson, The Stormlight Archive
Lois McMaster Bujold, World of the Five Gods

Graphic novel
Bitch Planet, Volume 2: President Bitch, sceneggiatura di Kelly Sue DeConnick, illustrazioni Valentine De
Black Bolt, Volume 1: Hard Time sceneggiatura di Saladin Ahmed, illustrazioni Christian Ward, lettering Clayton Cowles
Landro and Taki Soma colori Kelly Fitzpatrick, lettering Clayton Cowles
Monstress, Volume 2: The Blood sceneggiatura di Marjorie M. Liu, illustrazioni Sana Takeda
My Favorite Thing is Monsters sceneggiatura e illustrazioni Emil Ferris
Paper Girls, Volume 3 sceneggiatura di Brian K. Vaughan, illustrazioni Cliff Chiang, colori Matthew Wilson lettering Jared Fletcher
Saga, Volume 7 sceneggiatura di Brian K. Vaughan, illustrazioni Fiona Staples

Film
Blade Runner 2049, sceneggiatura di Hampton Fancher and Michael Green, regia Denis Villeneuve
Get Out, sceneggiatura e regia Jordan Peele
The Shape of Water, sceneggiatura di Guillermo del Toro e Vanessa Taylor, regia Guillermo del Toro
Star Wars: The Last Jedi, sceneggiatura e regia Rian Johnson
Thor: Ragnarok, sceneggiatura di Eric Pearson, Craig Kyle e Christopher Yost; regia Taika Waititi
Wonder Woman, screenplay by Allan Heinberg, soggetto Zack Snyder e Allan Heinberg e Jason Fuchs, regia Patty Jenkins

Episodio serie tv e altro
Black Mirror: “USS Callister” sceneggiatura di William Bridges e Charlie Brooker, regia Toby Haynes
Clipping, The Deep canzone
Doctor Who: “Twice Upon a Time” sceneggiatura di Steven Moffat, regia Rachel Talalay
The Good Place: “Michael’s Gambitì” sceneggiatura e regia Michael Schur
The Good Place: “The Trolley Problem” sceneggiatura di Josh Siegal e Dylan Morgan, regia Dean Holland
Star Trek: Discovery: “Magic to Make the Sanest Man Go Mad” sceneggiatura di Aron Eli Coleite e Jesse Alexander, regia David M. Barrett

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...